Sei in: Home > 1. Attività svolta > Alimenti > Additivi alimentari - Piano nazionale

Additivi alimentari - Piano nazionale

FONTE: Ministero della Salute

Additivi alimentari - Piano nazionale

Capitolo 1. Attività svolta

Il Piano Nazionale additivi alimentari (AA) 2015 – 2018 prevede due linee di attività: il controllo dell’utilizzo degli AA nelle produzioni alimentari ed il controllo dei requisiti di purezza degli AA tal quali ai sensi del regolamento (UE) n. 231/2012. I dati provenienti dalle suddette attività sono trasmessi sulla piattaforma NSIS – VIG, nel canale specifico per gli AA individuato dal codice di riferimento VIG001AD.

Tutte le Regioni/PA:

  • hanno adottato il Piano Nazionale a livello territoriale attraverso piani regionali/provinciali o mediante  indirizzi operativi nel contesto dei piani regionali integrati;
  • risultano rappresentate  nel sistema NSIS con i propri dati.

Anche quest’anno, dalla comparazione dei dati inseriti nel sistema NSIS con quelli riportati nelle singole relazioni di rendicontazione pervenute da parte delle Regioni/PA, si evidenziano alcune discrepanze riguardanti sia il numero di campioni prelevati e le analisi effettuate, sia i dati sulle non conformità (NC). Permane pertanto una criticità correlata alle modalità di inserimento del dato nel sistema NSIS- VIG001AD.

Nella tabella 1 si riportano i dati relativi alle attività di controllo degli AA nei prodotti alimentari rendicontati attraverso la piattaforma NSIS e presenti sul flusso VIG001AD.

Tabella 1

Nella tabella 2 si riportano i dati relativi alle attività di controllo sui requisiti di purezza per AA tal quali rendicontati attraverso la piattaforma NSIS e presenti sul flusso VIG001AD.

Tabella 2

Dalla tabella 2 scaturisce che in questo settore non risultano ancora risolte le criticità in merito al soddisfacimento di quanto previsto dal Piano Nazionale. Tuttavia si osserva un miglioramento rispetto all’anno precedente.

La tabella 3 riporta il confronto tra i dati rendicontati attraverso la piattaforma NSIS nel 2016 e nel 2017 e riguardanti il controllo dei requisiti di purezza degli AA tal quali.

Tabella 3

Alcune realtà territoriali continuano a rappresentare difficoltà a reperire sul proprio territorio AA tal quali a causa della mancanza di stabilimenti/depositi o della sospensione della produzione di alcuni AA da parte degli stessi.

A tal proposito si rappresenta che il Piano Nazionale prevede il campionamento degli AA tal quali anche presso le imprese utilizzatrici e pertanto questa possibilità dovrà essere considerata dalle Regioni/PA in fase di pianificazione dei controlli.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 30 giugno 2018

Tag associati a questa pagina: Alimenti di origine animaleAlimenti di origine non animaleSicurezza alimentare


Condividi:

  • Facebook