Sei in: Home > 1. Attività svolta > Alimenti > Contaminanti chimici ambientali e di processo negli alimenti (Liguria)

Contaminanti chimici ambientali e di processo negli alimenti (Liguria)

FONTE: Regione Liguria

Controllo dei contaminanti chimici ambientali e di processo in alimenti

Capitolo 1. Attivita’ svolta

Il piano di campionamento svolto nel 2017 segue le disposizioni ministeriali discendenti dall’accordo CSRn.212/2016 per le matrici di O.A. e per le matrici vegetali. Le modalità di campionamento degli alimenti per la ricerca di contaminanti fisico-chimici fanno riferimento al “Protocollo tecnico per le analisi chimico-fisiche degli alimenti” approvato con decreto Dirigenziale n. 3348/2016.

Nel 2017 a fronte di 173 campioni minimi programmati per i prodotti in commercio e 65 campioni minimi programmati per i prodotti in produzione, sono stati effettuati n. 296  campionamenti su  matrici di origine animale (carne prodotti a base di carne prodotti ittici freschi e  affumicati, molluschi, crostacei,  grassi fusi, uova e ovoprodotti , burro, formaggi, miele), su vino e  su ortaggi.

Le ricerche

Ricerche quali diossine e PCB diossina simile in matrici animali, alcool  metilico nel vino, perossidi e composti polari nell’olio hanno avuto come laboratorio di riferimento l’ARPAL, mentre l’IZS Piemonte Liguria e Valle d’Aosta ha effettuato  le ricerche di IPA, metalli pesanti, istamina  su prodotti affumicati, carni e prodotti ittici, nitrati sulla  rucola.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 30 giugno 2018

Tag associati a questa pagina: Alimenti di origine animaleAlimenti di origine non animaleSicurezza alimentare


Condividi:

  • Facebook