Sei in: Home > 5. Obiettivi del PNI e conclusioni > 5b - Sanità animale > Arterite virale equina - Piano nazionale di controllo

Arterite virale equina - Piano nazionale di controllo

FONTE: Ministero della Salute

Piano nazionale di controllo dell’Arterite virale equina

Capitolo 5b. Analisi Critica e Conclusioni

Si conferma nel 2015 un ritorno ad una criticità “cronica” riferita all’anagrafica dei campioni tracciati secondo i flussi informativi nazionali. Nel 2015 una parte sensibile di record  è risultata  incompleta rispetto all’identificativo individuale ed alla informazione relativa al sesso dei soggetti testati.

Il numero di equidi sottoposti a controllo risulta in linea con il dato 2014.

La proporzione di positività sierologiche rilevate a livello nazionale nei cavalli e negli asini non si discosta significativamente da quelle osservate negli anni precedenti. Tuttavia, nel 2015, si osserva un incremento del numero grezzo di capi positivi alla sierologia e dei positivi eliminatori.

Quest’ultimo dato conferma la validità del sistema diagnostico attivo a livello nazionale, il quale si dimostra in grado di identificare i soggetti eliminatori di virus. Tuttavia si rilevano criticità operative sull’attuazione dei controlli dovute in parte a ritardi cronici d’implementazione anagrafica e quindi ad interruzioni dei flussi informativi che non permettono di raggiungere il target individuato dalla norma e pertanto non risulta possibile effettuare inferenza dei risultati rispetto alla popolazione generale di equidi inficiando l’esecuzione di una valutazione sui trend epidemiologici osservati.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 30 giugno 2016


Condividi:

  • Facebook


Segui l'argomento negli altri capitoli