Sei in: Home > 3. Provvedimenti > 3b - Laboratori nazionali di riferimento > Molluschi Bivalvi - Contaminazioni batteriche - Laboratorio Nazionale di Riferimento

Molluschi Bivalvi - Contaminazioni batteriche - Laboratorio Nazionale di Riferimento

FONTE: Laboratori Nazionali di Riferimento (LNR)

Laboratorio Nazionale di Riferimento per il controllo delle contaminazioni  batteriche dei molluschi bivalvi
IZS Umbria e Marche

Circuito FoodEqa Shellfish Scheme per Escherichia coli e Salmonella spp. nel 2015 (SF050, SF051, SF052)
Tabella 1

Nel 2015 sono state organizzate, in collaborazione con Public Health England (PHE) di Londra, tre distribuzioni (SF050, SF051, SF052) del Proficiency Test FoodEQA Shellfish Scheme (mesi di marzo, luglio-agosto e novembre-dicembre 2015) per la numerazione di E. coli e la ricerca di Salmonella spp. nei molluschi bivalvi, alle quali hanno partecipato i laboratori italiani di controllo ufficiale. Lo Schema fornisce campioni per la valutazione esterna in qualità dei laboratori che effettuano l’analisi di molluschi bivalvi prelevati da aree di produzione secondo Regolamento (CE) n. 854/2004 e prodotti al commercio  secondo Regolamento (CE) n. 2073/2005 e smi.

Il metodo di riferimento europeo per la numerazione di E. coli nei molluschi bivalvi è il metodo ISO 16649-3:2015, Microbiology of food and animal feeding stuffs - Horizontal method for the enumeration of β-glucuronidase-positive Escherichia coli Part 3: Most probable number technique using 5-bromo-4-chloro-3-indolyl-β-D-glucuronide. Il metodo di riferimento per la ricerca di Salmonella spp. nei mollushi bivalvi è la ISO 6579:2002, Microbiology of food and animal feeding stuffs – Horizontal method for the detection of Salmonella spp.

Preparazione dei campioni e criteri per l’analisi dei risultati dei partecipanti e per la valutazione della performance

Ogni distribuzione prevede l’invio di due campioni per la numerazione di Escherichi coli con metodo MPN e due campioni per l’analisi qualitativa di Salmonella spp. nei molluschi bivalvi. I campioni distribuiti sono rappresentati da LENTICULE™ contenenti batteri. Il tipo e la proporzione dei microrganismi presenti nei campioni è disegnata appositamente per rispecchiare quelli ritrovati nei campioni di molluschi bivalvi.

Per E. coli in MPN il range dei risultati attesi è determinato dal valore della mediana calcolata sui risultati inviati da tutti i partecipanti ± 2.68 Deviazioni standard (DS).

La valutazione della performance è effettuata sull’attribuzione di un punteggio numerico, attribuito dopo una valutazione statistica di tutti i risultati. Nello Shellfish Scheme viene attribuito un punteggio ai partecipanti sia per i risultati inviati per la numerazione di E. coli in MPN che per la ricerca di Salmonella spp.

La valutazione della performance è effettuata sulla singola distribuzione (o campione) o per monitorare le performance nel tempo (punteggi cumulativi). Questi ultimi sono calcolati per ogni partecipante per E. coli e Salmonella tenendo conto della partecipazione alle ultime 3 distribuzioni. Performance inferiori al 40% nella singola distribuzione o al 70% nel punteggio cumulativo rispetto al punteggio massimo possibile sono indicative di problemi significativi nelle analisi.

Analisi dei risultati

Distribuzione SF050 (campioni SF0108 e SF0109)

Alla distribuzione SF050 hanno partecipato in totale 13 laboratori.

Per il campione SF0108, 12 di 13 laboratori hanno riportato entrambi i valori MPN di Escherichia coli per l’analisi effettuata in duplicato nel range dei risultati attesi mentre un laboratorio ha riportato una replica dell’analisi nel range dei risultati attesi e l’altra replica aveva invece un valore fra +2.68 DS e +4.00 DS (Tabella 1).

Per il campione SF0109, tutti i 13 laboratori hanno riportato entrambi i valori MPN di Escherichia coli per l’analisi effettuata in duplicato nel range dei risultati attesi.

Il laboratorio che ha riportato per il campione SF0108 una replica dell’analisi nel range dei risultati attesi e l’altra replica con un valore fra +2.68 DS e +4.00 DS, ha riportato per il campione SF0109 entrambi i valori MPN di Escherichia coli nel range dei risultati attesi, ottenendo una valutazione favorevole della performance nella singola distribuzione (>40%), che non ha reso necessario effettuare azioni di follow-up.

Nella ricerca di Salmonella spp., tutti i 13 laboratori hanno individuato correttamente la presenza di Salmonella spp. nei campioni SF0108 e SF0109 (Tabella 2).
Tabelle 1, 2

Distribuzione SF051 (campioni SF0110 e SF0111)

Alla distribuzione SF051 hanno partecipato in totale 6 laboratori.

Per i campioni SF0110 e SF0111 tutti i laboratori hanno riportato entrambi i valori MPN di Escherichia coli per l’analisi effettuata in duplicato nel range dei risultati attesi (Tabella 3).

Ad un laboratorio sono stati sottratti due punti dal punteggio massimo possibile per replica, sia per il campione SF0110 che per il campione SF0111, in quanto il laboratorio ha indicato di avere effettuato 5 diluizioni per l’analisi, ma ha poi riportato soltanto una combinazione dei tubi a tre cifre. 

Nella ricerca di Salmonella spp., tutti i laboratori hanno riportato correttamente la presenza di Salmonella spp. nei campioni SF0110 e SF0111 (Tabella 4).
Tabelle 3, 4

Distribuzione SF052 (campioni SF0112 e SF0113)

Alla distribuzione SF052 hanno partecipato in totale 13 laboratori.

Per il campione SF0112, 12 laboratori hanno riportato entrambi valori MPN di E. coli correttamente come <18 MPN/100g, mentre un laboratorio ha riportato un valore corretto e per l’altra replica la presenza di E. coli MPN con 20 MPN/100g (Tabella 4).

Per il campione SF0113, tutti i 13 laboratori hanno riportato valori in MPN per E. coli nel range dei risultati attesi (Tabella 5). A tre laboratori sono stati sottratti due punti dal punteggio massimo per aver riportato un valore MPN in una replica non corrispondente alla combinazione di tubi riportata.

Nella ricerca di Salmonella spp., tutti i laboratori hanno riportato correttamente l’assenza di Salmonella spp. nel campione SF0112 e la presenza  di Salmonella spp. nel campione SF0113 (Tabella 6).
Tabelle 5, 6


Ring Test LNR RT01-2015 per Escherichia coli in matrice vongola liofilizzata
tabella 7

Nel 2015 LNR ha organizzato il Ring Test RT01 per la numerazione di E. coli in matrice liofilizzata di vongola. Questo Ring Trial è stato organizzato per fornire ai laboratori che effettuano le analisi dei molluschi bivalvi vivi sia dalle aree di produzione, secondo il Regolamento (CE) No. 854/2004, sia lungo la filiera di produzione, secondo Regolamento (CE) 2073/2005 e successive modifiche, campioni per la valutazione esterna in qualità del laboratorio.

Il metodo di riferimento UE per la numerazione di Escherichia coli nei molluschi bivalvi vivi era la ISO/TS 16649-3, Microbiology of food and animal feeding stuffs – Horizontal method for the enumeration of ß-glucuronidase-positive Escherichia coli  part 3: Most probable number technique using 5-bromo-4-chloro-3-indoly- ß -D-glucuronide (Anon 2005).

Preparazione dei campioni e criteri per l’analisi dei risultati dei partecipanti e per la valutazione della performance

Il Campione del Ring Test è stato preparato come campione liofilizzato di vongole in conserva contenente Echerichia coli (103 MPN/100 g di campione ricostituito) e Citrobacter freundii (10 UFC per ml di campione ricostituito).

Per dimostrare la stabilità del campione nel tempo, un minimo di 6 campioni liofilizzati, selezionati dal LNR in  maniera random dal lotto di preparazione, sono stati esaminati in doppio per la numerazione di E. coli durante il periodo della distribuzione.

Per la valutazione delle performance dei laboratori partecipanti è stato utilizzato un sistema di punteggio. Performance inferiori al 40% nella singola distribuzione sono state ritenute indicative di problemi significativi nelle analisi.

Analisi dei risultati

Al Ring Test RT01 hanno partecipato in totale 21 laboratori. Di questi, venti laboratori hanno riportato i risultati MPN per E. coli in duplicato entro ± 2.68 SD della mediana dei partecipanti. Diciassette laboratori hanno ottenuto il punteggio massimo possibile. Due laboratori hanno avuto una decurtazione di 2 punti sul punteggio massimo possibile di 12, avendo riportato una combinazione dei tubi inconsistente con il risultato MPN per una replica. Un laboratorio ha effettuato più di tre diluizioni del campione e selezionato una combinazione di tubi per ottenere il valore in MPN per una replica, senza utilizzare il calcolatore MPN e tutte le possibili combinazioni di tubi positivi, come stabilito nel caso di più di tre diluizioni nella ISO 7218:2007/FDAM1:2013. Soltanto un laboratorio ha ottenuto un punteggio sfavorevole (punteggio < 40% del punteggio massimo possibile) avendo riportato entrambi i risultati MPN al di fuori della mediana dei partecipanti ± 2.68 SD e una combinazione dei tubi inconsistente con il risultato MPN riportato per entrambe le repliche.

Una guida agli interventi da effettuare nel caso di risultati non soddisfacenti nel Ring Trial (riportata in allegato) è stata inviata al laboratorio.


Un punteggio sfavorevole della performance nella distribuzione singola (<40%) non è stato ottenuto da nessun laboratorio in nessuna distribuzione del Proficiency Test per la numerazione di E. coli in MPN o la ricerca di Salmonella spp. dai partecipanti al circuito FoodEqa Shellfish Scheme.

Un laboratorio ha ottenuto un punteggio sfavorevole (punteggio < 40% del punteggio massimo possibile) per la numerazione di E. coli in MPN nel Ring Test RT01 organizzato dal LNR. LNR ha inviato al laboratorio una guida agli interventi da effettuare nel caso di risultati non soddisfacenti nel Ring Trial, e il laboratorio ha gestito il risultato nell’ambito del sistema qualità.

La valutazione effettuata monitorando le performance nel tempo (punteggio cumulativo) per entrambi i parametri esaminati dai laboratori che avevano partecipato a più distribuzioni è risultata essere favorevole.

La valutazione complessiva della partecipazione dei laboratori di controllo ufficiale dei molluschi bivalvi ai circuiti interlaboratorio per la numerazione di Escherichia coli in MPN e la ricerca di Salmonella spp. nel periodo 2015 si può ritenere soddisfacente


Data di pubblicazione: 30 giugno 2016

Tag associati a questa pagina: Pesci, molluschi e crostaceiSicurezza alimentare


Condividi:

  • Facebook