Sei in: Home > 2. Risultati > Alimenti > Controlli ufficiali sulle produzioni di qualità

Controlli ufficiali sulle produzioni di qualità

FONTE: Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali

Controlli ufficiali sulle produzioni di qualità

Capitolo 2. Risultati

Viene riportata, di seguito, una panoramica descrittiva delle principali tipologie di violazioni riscontrate nel corso dei controlli svolti nel 2015 sulle produzioni di qualità.

Illeciti accertati sui prodotti da agricoltura biologica
Le violazioni penali riscontrate sono dovute a frodi in commercio e, talora, a falsità della documentazione attestante la conformità al metodo di produzione da agricoltura biologica.

I controlli analitici hanno accertato la presenza di residui di principi fitosanitari non consentiti in campioni di prodotti falsamente dichiarati da agricoltura biologica.

Le violazioni di carattere amministrativo più frequentemente rilevate sui prodotti da agricoltura biologica sono imputabili alle stesse irregolarità riscontrate sui prodotti generici, riconducibili al sistema di etichettatura e/o presentazione, o a parametri di composizione non conformi rispetto alla categoria merceologica dichiarata.

Tra i principali illeciti accertati, si citano i seguenti:

  • Vini da agricoltura biologica con presenza di residui di fitosanitari
  • Presenza di principi attivi in campioni di prodotti alimentari dichiarati da agricoltura biologica.

 

Operazione
Di particolare rilievo sono i risultati dell'operazione Vertical Bio- fase 3, volta al contrasto della contraffazione dei falsi prodotti da agricoltura biologica (Cfr. Mangimi - Qualità merceologica - Capitolo 2)

 

Illeciti accertati sui Prodotti a DOP a IGP e STG (esclusi i vini e gli oli di oliva)
Tra i principali illeciti accertati si citano i seguenti:

  • Mancato adempimento degli obblighi di rintracciabilità
  • Utilizzo di conservanti non consentiti o non dichiarati in formaggi  a DOP
  • Presenza di latte vaccino in mozzarelle di latte di bufala e in Mozzarella di Bufala Campana DOP
  • Mancato assolvimento, da parte dei produttori di formaggi a DOP, degli obblighi pecuniari nei confronti degli OdC e/o dei Consorzi di tutela.

 

Illeciti accertati di particolare rilievo sui Vini a DO e a IGT
Su delega della Procura della Repubblica di Pavia, l’ICQRF, il Comando Provinciale Corpo Forestale dello Stato e il Nucleo Polizia Tributaria Guardia di Finanza di Pavia, hanno eseguito un sequestro di falsi vini a Denominazione di Origine Controllata e a Indicazione Geografica Protetta risultati contraffatti per qualità e origine.

Il valore del prodotto sequestrato ammonta a circa 17 milioni di euro.


Altri illeciti accertati sui Vini a DO (vini a DOCG, a DOC) e a IGT
Tra i principali illeciti accertati si citano i seguenti:

  • Violazione delle disposizioni di etichettatura nei vini a denominazione di origine o a indicazione geografica
  • Utilizzo di indicazioni false e ingannevoli circa l’origine, la natura e la qualità essenziali dei vini a denominazione di origine o a indicazione geografica
  • Produzione, vendita o distribuzione di vini DOP o IGP non conformi ai requisiti stabiliti dai rispettivi disciplinari di produzione
  • Mancato assolvimento, da parte dei produttori di vini a denominazione di origine o a indicazione geografica, degli obblighi pecuniari nei confronti degli OdC e/o dei consorzi di tutela
  • Non conformità classificate gravi nei piani di controllo per violazioni alle disposizioni contenute nei disciplinari di produzione dei vini a denominazione di origine o a indicazione geografica.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 30 giugno 2016


Condividi:

  • Facebook