Ministero della Salute

Relazione annuale al PNI 2014

Data di pubblicazione: 25 giugno 2015

Depositi autorizzati ai sensi degli articoli 12 e 13 della Direttiva 97/78/CE - Controlli svolti

FONTE: Ministero della Salute

Controlli svolti dal personale del PIF presso depositi autorizzati ai sensi degli articoli 12 e 13 della Direttiva 97/78/CE

Macroarea: Alimenti
Settore: Importazioni e scambi

 

3B. Azioni per il miglioramento del sistema dei controlli

L’attività di controllo delle partite non conformi immagazzinate all’interno dei depositi doganali autorizzati (articoli 12 e 13 della Direttiva 97/78/CE) è armonizzata a livello UE.  Nel corso dell’anno 2014, l’Italia ha seguito lo sviluppo di un progetto pilota della Commissione europea finalizzato a migliorare la tracciabilità delle partite di prodotti di origine animale, non conformi alle norme EU, destinate alle Basi militari che operano sul territorio degli Stati Membri e in Paesi terzi.
La corretta gestione informatica delle movimentazioni delle partite non conformi è garantita dalla possibilità, da parte del personale dei PIF che opera presso il deposito, di utilizzare una particolare utenza TRACES (SLVU) per acquisire direttamente le informazioni sulle partite in arrivo al deposito e di emettere DVCE per frazioni di partite spedite dal deposito.

Permangono, invece, le criticità connesse alla mancata gestione informatizzata dei certificati rilasciati dai veterinari che operano presso i depositi doganali per le partite non conformi destinate alle navi (certificati Allegati alla decisione 2000/571/CE).
In relazione al miglioramento dell'efficacia del sistema di controllo, i PIF che operano presso i suddetti depositi doganali effettuano appositi controlli interni di conformità sia per la verifica del mantenimento dei requisiti delle strutture che per la conformità dei certificati sanitari rilasciati (DVCE e certificati di cui alla decisione 2000/571/CE) con percentuali di controllo stabilite a livello centrale, in funzione dell’attività svolta (n. DVCE/ certificati di cui alla decisione 2000/571/CE < 200 = 100%; da 200 a 500 = 50%; da 500 a 1000 = 25%; da 1000 a 2000 = 15%; > 2000 = 5%).