Sei in: Home > 5. Analisi Critica e Conclusioni > Attività Trasversali > Analisi critica dei dati in funzione della sicurezza degli alimenti

Analisi critica dei dati in funzione della sicurezza degli alimenti

FONTE: Istituto Superiore di Sanità

Il documento predisposto dall'Istituto Superiore di Sanità, di cui si riporta qui un breve stralcio, è integralmente consultabile in allegato.

"Nel contesto della Relazione Annuale al PNI 2014, il presente contributo si propone di analizzare, in maniera trasversale e comparata, i risultati delle sezioni precedenti della Relazione inerenti le attività di controllo ufficiale (CU) nell’ambito della sicurezza alimentare, prendendo in considerazione anche le attività, direttamente o indirettamente correlabili alla sicurezza degli alimenti, valutando le non conformità riscontrate, le azioni intraprese nei confronti degli operatori, le verifiche eseguite e le azioni tese al miglioramento del sistema dei CU.

(...)

Il sistema di controllo ufficiale, e più in generale il sistema Italia, si è conformato progressivamente, nel quadriennio 2011-2014, ai Regolamenti comunitari del “Pacchetto Igiene” ispirati al principio della valutazione del rischio e della categorizzazione basata sul rischio degli operatori del settore degli alimenti e dei mangimi.

I principi generali che hanno informato nell’ultimo decennio le politiche comunitarie relative alla sicurezza alimentare e all’operatività del CU -- che prevede, in un'ottica di sistema, la gestione controllata dei processi garantendo adeguati momenti di pianificazione/ programmazione, realizzazione, verifica e miglioramento delle attività svolte -- sono entrati a far parte, nel quadriennio 2011-2014, del modus operandi delle AC.

Ciò ha consentito alle stesse un approccio globale e coordinato alla sicurezza alimentare, una più efficiente programmazione ed esecuzione dei CU e un'ottimizzazione delle attività di verifica del raggiungimento degli obiettivi prefissati che a sua volta ha fatto da volano ad un intensa attività di miglioramento. I dati testimoniano un miglioramento della prestazione complessiva del sistema sia per quanto riguarda i processi di natura verticale che di natura orizzontale.

L’analisi complessiva delle informazioni raccolte, pur avendo evidenziato degli elementi che necessitano di adeguati approfondimenti e che presentano notevoli margini di miglioramento, consente di individuare i seguenti punti di forza: (...)"

 


Data di pubblicazione: 25 giugno 2015


Condividi:

  • Facebook