Sei in: Home > 5. Analisi Critica e Conclusioni > Sanità Animale - Malattie infettive > BSE Controllo, Sorveglianza ed Eradicazione

BSE Controllo, Sorveglianza ed Eradicazione

FONTE: Ministero della Salute

Controllo, Sorveglianza ed Eradicazione della BSE

Macroarea: Sanità animale
Settore: Malattie infettive

 

5. Autovalutazione e Analisi Critica

Il sistema nel suo complesso raggiunge buoni risultati, in particolare per quanto riguarda il miglioramento dell’attività di sorveglianza sulla categoria dei capi morti e il monitoraggio effettuato sui bovini macellati. In questo ultimo ambito si rilevano poche criticità nelle diverse fasi di controllo, (corretta individuazione dei capi bovini macellati da testare) mentre risulta da affinare la corretta classificazione dei capi macellati d’urgenza o differiti.
L’alta efficienza del sistema anagrafico bovino rende possibile l’identificazione e la registrazione individuale dei capi bovini in Banca Dati Nazionali nella quale sono inseriti i dati fondamentali per la completa tracciabilità dell’animale, funzionale alle misure di sorveglianza, eradicazione e controllo.
Problemi permangono, come già detto, per l’idoneità dei campioni di obex prelevati sui bovini morti e per il mancato campionamento di tutti i bovini morti di età superiore ai 48 mesi.
Tuttavia, tenuto conto del fatto che il regolamento CE n. 999/2001 prevede l’obbligo di testare tutti i bovini con età > 48 mesi, l’Italia, pur avendo raggiunto notevoli miglioramenti che hanno consentito l’archiviazione della raccomandazione a livello Comunitario (FVO), deve mantenere alta l’attenzione su tale argomento.
Da parte delle Regioni, inoltre, è opportuno mettere in atto le appropriate misure correttive selezionando fra una possibile griglia di interventi quello più consono alla propria realtà locale.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 25 giugno 2015


Condividi:

  • Facebook


Segui l'argomento negli altri capitoli