Sei in: Home > 3B. Azioni per il miglioramento del sistema dei controlli > Mangimi - Igiene e Sicurezza > Alimentazione degli animali - Piano nazionale di sorveglianza e di vigilanza sanitaria (PNAA)

Alimentazione degli animali - Piano nazionale di sorveglianza e di vigilanza sanitaria (PNAA)

FONTE: Ministero della Salute

Piano nazionale di sorveglianza e di vigilanza sanitaria sull'alimentazione degli animali (PNAA)

Macroarea: Mangimi
Settore: Igiene e sicurezza

 

3B. Azioni per il miglioramento del sistema dei controlli

Nel corso dell’anno 2014 il PNAA è stato aggiornato mediante il nuovo PNAA valido per gli anni 2015 2016 e 2017 reperibile anche sul sito del Ministero della Salute, pubblicato il 18 dicembre 2014 con nota prot. n.26865.

Il nuovo PNAA oltre a contenere tutti gli aggiornamenti effettuati con l’Addendum 1/2013 ha apportato un gran numero di modifiche necessarie.

Inoltre il PNAA 2015 - 2017 si presenta suddiviso in due sezioni principali: una parte generale descrittiva e una parte tecnica applicativa. Tutta la modulistica, le informazioni e gli approfondimenti di carattere pratico da quest’anno, sono riportate in versione scaricabile sul sito del Ministero al fine sia per consentire una più facile consultazione che per consentire un aggiornamento più agevole della stessa modulistica.

Le novità introdotte con il PNAA 2015/2017 sono:

  • l’avvio dell’inserimento dei dati anagrafici degli OSM nel sistema SINVSA con cadenze prestabilite tali da consentire l’inserimento degli OSM registrati e riconosciuti esclusi i produttori primari entro il 31dicembre 2016,
  • Suddivisione dei campioni del Capitolo 2 Principi attivi ed Additivi per favorire le ricerche volte ad evidenziare i fenomeni di Carry Over con una specifica programmazione,
  • Variazione del Capitolo 5 modificando la finalità del programma di controllo da Monitoraggio a Sorveglianza,
  • Inserimento della ricerca del GTH nei materiali dei Categoria 1 e 2 al foine di valutare la reale presenza del GTH stesso,
  • Predisposizione di uno specifico strumento per il censimento degli OSM del circuito NON OGM utile al fine di disporre di dti utili per la programmazione futura.

Per quanto attiene l’attività di formazione il Ministero della Salute è stato coinvolto, partecipando con propri funzionari in qualità di docenti,  in vari corsi di formazione.

In particolare:

  • Corso di formazione riservato ai Dirigenti Veterinari e Tecnici della Prevenzione delle AA.SS.LL: ”Alimentazione animale: approfondimenti normativi” organizzato dalla P.A. di Trento.
  • Workshop organizzato dal CReAA “Farine Animali nei Mangimi 2014” riservato ai laboratori del controllo ufficiale.
  • Corso di formazione riservato ai Dirigenti Veterinari e Tecnici della Prevenzione delle AA.SS.LL, “Il sistema dei controlli nell’ambito dell’alimentazione animale”, organizzato dalla Regione Lombardia.
  •  Corso di formazione itinerante riservato ai Dirigenti Veterinari e Tecnici della Prevenzione delle AA.SS.LL, e uffici periferici del Ministero della Salute “gestione del carry over da coccidiostatici e farmaci nel settore mangimistico: procedure basate sui principi HACCP e relativi controlli ufficiali”, organizzato dal CReAA e Ministero della Salute.
  • Corso di formazione itinerante riservato ai Dirigenti Veterinari e Tecnici della Prevenzione delle AA.SS.LL “Piano Nazionale Alimentazione Animale 2012 2014 – Tecniche di campionamento ufficiale”, organizzato dalla ASL di Lecce.
  • Convegno per veterinari liberi professionisti e  Dirigenti Veterinari “Gli antibiotici nel settore veterinario” organizzato dalla regione Calabria e Ordine dei Medici Veterinari della provincia di Catanzaro.

 


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 25 giugno 2015


Condividi:

  • Facebook