Sei in: Home > 3A. Azioni Correttive > Mangimi - Importazione e Scambi > Importazione mangimi - Controlli veterinari

Importazione mangimi - Controlli veterinari

FONTE: Ministero della Salute

Controlli veterinari all'importazione di mangimi

Macroarea: Mangimi
Settore: Importazioni

 

3A. Azioni correttive

Con riferimento alle non conformità descritte al capitolo 2, si evidenzia quanto segue:

  • le 3 partite di farina di soia di provenienza Argentina, risultate non conformi per presenza di Salmonella sono state ammesse all’importazione previa bonifica, mediante trattamento con acidi organici, presso impianto autorizzato, sotto la vigilanza del Servizio Veterinario ASL territorialmente competente, e previa nuova analisi che ne ha dimostrato l’avvenuta decontaminazione;
  • la partita di proteine del riso di provenienza India, risultata non conforme, nell’ambito di un campionamento conoscitivo, per presenza di micotossine (aflatossina B1), oltre i livelli consentiti, immediatamente dopo l’acquisizione del referto analitico, è stata sottoposta a procedura di rintraccio da parte del Servizio Veterinario ASL competente sulla ditta di destinazione, essendo già stata nazionalizzata;
  • delle 10 partite di semi di cotone di provenienza Costa D’Avorio, risultate non conformi per presenza di OGM non autorizzati e/o oltre i limiti consentiti, 5 sono state rispedite verso il Paese terzo di provenienza, mentre le altre 5 sono ancora sotto la vigilanza dell’Autorità competente in attesa della decisione finale;
  • la partita di ossido di manganese di provenienza India, risultata non conforme, nell’ambito di un campionamento conoscitivo, per presenza di arsenico, oltre i livelli consentiti, immediatamente dopo l’acquisizione del referto analitico, è stata sottoposta a procedura di rintraccio da parte del Servizio Veterinario ASL competente sulla ditta di destinazione, essendo già stata nazionalizzata.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 25 giugno 2015


Condividi:

  • Facebook