Sei in: Home > 1. Attività svolta > Sanità Animale - Malattie infettive > Brucellosi - Piani nazionali di controllo

Brucellosi - Piani nazionali di controllo

FONTE: Ministero della Salute

Brucellosi – Piani nazionali di controllo

Macroarea: Sanità animale
Settore: Malattie infettive

 

1. Attività svolta

L’attività di controllo svolta nell’anno 2014 in applicazione della normativa vigente è sintetizzata nelle Tabelle allegate in cui sono riportate, per ciascuna delle regioni interessate, rispettivamente, la percentuale dei controlli effettuati nelle aziende bovine-bufaline (Tabella 1.1) ed ovi-caprine (Tabella 1.2).
La verifica delle attività di risanamento delle regioni/province non ancora ufficialmente indenni viene effettuata a livello centrale e regionale tramite la valutazione del livello di controllo della malattia nelle aziende inserite nel programma, il cui obiettivo consiste nel controllare il 100% delle aziende con un livello di prevalenza uguale o inferiore allo 0,2%.

I dati riportati in Tabella 1.1 evidenziano che nel 2014 è stato controllato il 99,32% delle aziende soggette al programma di eradicazione della brucellosi bovina e che la Regione con più alta prevalenza ed incidenza risulta essere la Puglia (2,38%) che ha superato la Sicilia, (la quale con 2,07% ha segnato un miglioramento rispetto all’anno precedente), causando un'inversione di tendenza nella diminuzione della prevalenza a livello nazionale che si stava registrando dal 2007 al 2013 (tabella 5.1).

I dati riportati in Tabella 1.2 evidenziano che nel 2014 è stato controllato il 96,35% delle aziende soggette al programma di eradicazione della brucellosi ovi-caprina e che la Regione con più alta prevalenza ed incidenza risulta essere la Sicilia (3,40%), seguita dalla Calabria (1,08%).

La verifica delle attività concernenti le regioni/province ufficialmente indenni è quantificabile in termini di mantenimento o meno della qualifica di ufficialmente indenne durante l’anno di riferimento. Tali regioni, infatti, hanno raggiunto l’obiettivo prefissato dalla normativa vigente, che consiste nell’ottenimento della qualifica. Nel 2014 tutte le regioni/province ufficialmente indenni hanno mantenuto la qualifica.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 25 giugno 2015

Tag associati a questa pagina: RuminantiZoonosi


Condividi:

  • Facebook