Sei in: Home > 1. Attività svolta > Sanità Animale - Malattie infettive > Tubercolosi bovina e bufalina – Piani nazionali di controllo

Tubercolosi bovina e bufalina – Piani nazionali di controllo

FONTE: Ministero della Salute

Tubercolosi bovina e bufalina – Piani nazionali di controllo

Macroarea: Sanità animale
Settore: Malattie infettive

 

1. Attività svolta

L’attività di controllo ufficiale svolta sul territorio nazionale in applicazione della normativa vigente è sintetizzata nella Tavola 1.1, in cui i dati concernenti i controlli effettuati sono distinti per ciascuna delle Regioni interessate (Regioni non ufficialmente indenni dalla malattia).
Si può osservare che nel 2014 sono state controllate in totale 48.680 aziende, rispetto alle 53.347 indicate dal programma di eradicazione della tubercolosi bovina, con una percentuale di copertura del 91,25% rispetto al programmato. Se però si considera che per la Sardegna i controlli programmati per il 2014 sono stati posticipati nel 2015 e che il 50% effettuato dalla regione Umbria, considerato il diradamento dei controlli previsto dalla 196/99 in funzione della bassa prevalenza registrata, deve essere considerato come il suo 100%, la percentuale effettiva dei controlli effettuati si attesta sul 99,48%.

La Regione con più alta prevalenza ed incidenza è risultata essere la Sicilia, l’unica regione tra quelle non ufficialmente indenni che ha la prevalenza superiore allo zero (3,06%), passando da 357 aziende positive nel 2013 a 296 del 2014.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 25 giugno 2015

Tag associati a questa pagina: Zoonosi


Condividi:

  • Facebook