Salta la testata inizio inizio
Ministero della Salute

Relazione Annuale al Piano Nazionale Integrato - 2013

Capitolo 1 - Attività svolta

Mangimi

In attuazione del Piano nazionale di controllo ufficiale sull'alimentazione degli animali (PNAA) i Servizi Veterinari delle ASL hanno svolto 29.619 ispezioni sull’intera filiera produttiva ed hanno prelevato 10.660 campioni ufficiali di mangimi per la verifica del divieto di utilizzo dei costituenti di origine animale vietati e per il controllo della presenza di principi attivi ed additivi vietati o loro concentrazione, di contaminazioni microbiologiche e chimiche e per la presenza di OGM e Radionuclidi.
Inoltre, il MIPAAF-ICQRF ha effettuato 1.757 controlli ed ha analizzato 1.207 campioni; oltre il 72% del totale dei campioni analizzati è stato controllato solo per la qualità merceologica, il 6% solo per la ricerca di proteine animali trasformate ed il 22% per entrambe le finalità.
Nel comparto “animali da reddito e mangimi”, comprensivo dei controlli per il benessere animale, i Carabinieri per la Tutela della Salute - NAS hanno effettuato 2.329 controlli.
In fase di importazione dei prodotti destinati all'alimentazione animale, i PIF hanno eseguito il controllo d’identità su tutte le partite di mangimi di origine animale e sul 50% delle partite di mangimi di origine non animale ed hanno prelevato 289 campioni per il controllo materiale. Inoltre, l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha selezionato per il controllo 586 operazioni di importazione.
Anche nell'ambito dell'alimentazione animale si è reso necessario svolgere delle attività di controllo ad hoc, oltre a quelle preventivamente pianificate. Nel 2013 è stata prestata particolare attenzione alla ricerca di aflatossina B1 nel mais, attuando attività straordinarie di controllo sia sul territorio che all'importazione.
In primo luogo, sulla base delle “Procedure operative straordinarie per la prevenzione e la gestione del rischio contaminazione da aflatossine nella filiera lattiero-casearia e nella produzione del mais destinato all’alimentazione umana e animale, a seguito di condizioni climatiche estreme”, elaborato dal Ministero della Salute, d’intesa con il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, le Regioni e Province Autonome e l’Istituto Superiore di Sanità, sono stati prelevati 1.504 campioni di mais destinato all’alimentazione animale. Inoltre è stato predisposto uno specifico Extrapiano Micotossine 2013volto alla ricerca di contaminazione da Aflatossina B1 nelle materie prime per mangimi (mais e relativi sottoprodotti), che ha comportato il prelievo di 451 campioni più 84 prelevati su sospetto.
I controlli accresciuti hanno riguardato anche le fasi di importazione con un potenziamento dei controlli analitici per la ricerca di aflatossina B1 sulle partite di mais, relativi sottoprodotti ed altri cereali provenienti da Paesi terzi e destinati per uso mangimistico, che ha comportato lo svolgimento del controllo analitico su 10 partite, con una frequenza di campionamento pari al 17,24%.

Maggiori dettagli sulle attività di controllo qui brevemente illustrate sono riportati nelle schede monografiche.


Oltre alle attività elencate di seguito, va considerata anche la consueta attività svolta dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per il Controllo alle frontiere nelle fasi di importazione di alimenti, mangimi ed animali, anche mediante il controllo di bagagli e merci al seguito dei passeggeri internazionali.

Inoltre, nel 2013 è stata svolta un'attività straordinaria in applicazione delle “Procedure operative straordinarie per la prevenzione e la gestione del rischio contaminazione da aflatossine nella filiera lattiero-casearia e nella produzione del mais destinato all’alimentazione umana e animale, a seguito di condizioni climatiche estreme”.



Elenco delle Attività


Ministero della Salute - Centralino 06.5994.1 - Codice Fiscale 80242250589