Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Alleanza italiana per le malattie cardio-cerebrovascolari
Immagine obiettivi dell'Alleanza

L’  “Alleanza italiana per le malattie cardio-cerebrovascolari” è stata costituita il 18 maggio 2017 come patto strategico volontario per accrescere gli interventi di prevenzione, assistenza e controllo delle malattie cardio-cerebrovascolari. All’Alleanza, sottoscritta dal Ministro pro tempore, aderiscono più di quaranta Federazioni/Società di cardiologia e neurologia, medicina interna, medici di medicina generale, pediatri, farmacisti, nonché Associazioni di pazienti e altri Enti.


L’Alleanza mira ad avvicinare il livello istituzionale a quello clinico, riunendo in un tavolo di confronto permanente tutti i principali stakeholder con il comune obiettivo di contribuire alle strategie di prevenzione e cura delle malattie cardio-cerebrovascolari, in linea con il Programma “Guadagnare salute: rendere facili le scelte salutari”, il Piano Nazionale della Prevenzione e il Piano Nazionale Cronicità, al fine di ridurne l’incidenza, la morbosità e la mortalità nel lungo periodo.


La mission e gli intenti dell’Alleanza sono indicati nel documento di strategia, elaborato dal Ministero della salute in collaborazione con Società scientifiche e Associazioni di pazienti operanti in ambito cardio-cerebrovascolare.


In particolare il Ministero della salute e i firmatari si sono impegnati a:

  • promuovere, nella popolazione generale e nelle persone a rischio, l’adozione di stili di vita salutari (sana alimentazione, attività fisica, astensione dall’uso di prodotti del tabacco e dal consumo rischioso e dannoso di alcol), quale principale strategia di prevenzione, supportando gli obiettivi di Guadagnare salute e del Piano Nazionale della Prevenzione;
  • promuovere l’empowerment dei cittadini e l’engagement dei pazienti e delle loro famiglie;
  • consolidare il raccordo tra il sistema di cure primarie e la rete di assistenza ospedaliera e specialistica;
  • promuovere interventi di formazione sulla gestione del rischio cardio-cerebrovascolare e sul supporto al cambiamento comportamentale;
  • contribuire alle iniziative di comunicazione e sensibilizzazione;
  • definire e divulgare documenti e linee di indirizzo.


Al Ministero della salute, Direzione generale della prevenzione sanitaria, è affidato il ruolo di coordinamento tecnico-scientifico e amministrativo dell’Alleanza, la quale si è dotata di un proprio Regolamento, è articolata in un’Assemblea generale e in un Comitato esecutivo (eletto dall’Assemblea generale) e opera anche attraverso Gruppi di lavoro.

Consulta:


  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 29 settembre 2021, ultimo aggiornamento 29 settembre 2021

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area

Documentazione

Allegati