Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Fumo - Prodotti del tabacco - Sigarette elettroniche
Immagine sigaretta ingredienti prodotti tabacco

La quantità di sostanze chimiche contenute nei prodotti del tabacco e nelle sigarette elettroniche è impressionante. Oltre alla nicotina, naturalmente presente nel tabacco, esistono una molteplicità di additivi che vengono aggiunti dai produttori.
Queste sostanze risultano essere impiegate per vari scopi, ad esempio per:

  • conferire un aroma particolare (ad es. frutta, spezie, erbe, alcool, caramelle, mentolo o vaniglia) percepibile prima o durante il consumo del prodotto del tabacco
  • regolare il processo di combustione (acido benzoico, acido formico, acido propionico)
  • preservare l’umidità nel tabacco onde impedirne l’essiccazione (glicerina, propilenglicolo, acido o-fosforico).

Gli additivi possono rendere i prodotti più allettanti, mascherando alcuni effetti indesiderati dell’inalazione di fumo di tabacco. Per esempio, possono: 

  • mascherare l’amarezza e l’acredine del fumo inalato
  • rendere più delicato il fumo, riducendo l’irritazione delle vie respiratorie (e quindi sostanzialmente sopprimendo il segnale di allarme sulla nocività del fumo lanciato dall'organismo)
  • sbiancare la cenere e il fumo (allume, idrossido e silicati di alluminio, ossido di alluminio e di magnesio, talco, acido silicico, acidi, sali di ammonio).

È necessario avere informazioni complete sugli ingredienti e sulle emissioni dei prodotti del tabacco e delle sigarette elettroniche, in modo da valutare l’attrattività, la capacità di indurre dipendenza e la tossicità, nonché i rischi per la salute associati al consumo di tali prodotti.

È necessario, inoltre, per alcuni additivi, inclusi in un elenco prioritario, valutarne la tossicità, la capacità di indurre dipendenza e le proprietà cancerogene, mutagene o tossiche per la riproduzione (proprietà CMR), anche in forma combusta.

Sono vietati

  • i prodotti del tabacco che contengono aromi caratterizzanti o i seguenti additivi: le vitamine o gli altri additivi che creano l’impressione che un prodotto del tabacco produca benefici per la salute o comporti minori rischi per la salute
  • la caffeina o la taurina o altri additivi e composti stimolanti che presentano una connotazione di energia e di vitalità
  • gli additivi con proprietà coloranti delle emissioni
  • gli additivi che facilitano l’inalazione o l’assorbimento di nicotina
  • gli additivi che hanno proprietà CMR sotto forma incombusta.

La normativa esistente

Data base

Al fine di assolvere agli obblighi informativi previsti dagli articoli 6 e 21 del D. Lgs. 6/2016 i fabbricanti e gli importatori dei prodotti del tabacco e delle sigarette elettroniche e del liquido di ricarica utilizzano il sistema di accesso elettronico comune europeo (Common Entry Gate - EU-CEG) predisposto dalla Commissione Europea.

Gli stessi articoli di legge prevedono che il Ministero della Salute e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli rendano disponibili al pubblico sui propri siti istituzionali le informazioni raccolte.

A tale proposito il Ministero, in collaborazione con l'Istituto superiore di sanità, ha realizzato un sito web, per la creazione di una banca dati che soddisfi i requisiti del D. Lgs. 6/2016 e renda fruibili le informazioni raccolte.

Nella banca dati sono presenti le informazioni che i fabbricanti e gli importatori dei prodotti del tabacco e delle sigarette elettroniche e di liquidi di ricarica comunicano, secondo la normativa comunitaria e nazionale, suddivisi in base alla marca ed al tipo.

In particolare è possibile navigare all’interno del database tramite le funzioni di ricerca ma è anche possibile scaricarsi la lista in formato .xls di tutti i prodotti.


  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 31 maggio 2021, ultimo aggiornamento 31 maggio 2021

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area