La produzione, commercializzazione e vendita degli alimenti surgelati destinati all'alimentazione umana, nonché l'importazione degli stessi da Paesi non appartenenti alla Unione Europea è regolamentata da specifiche disposizioni:

  • Decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 110 (art.10 abrogato dal Decreto legislativo 2 febbraio 2021 , n. 27: Disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2017/625 ai sensi dell’articolo 12, lettere a) , b) , c) , d) ed e) della legge 4 ottobre 2019, n. 117). 
  • Circolare ministeriale 27 aprile 1992, n. 21 (art.10 abrogato dal Decreto legislativo 2 febbraio 2021 , n. 27: Disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2017/625 ai sensi dell’articolo 12, lettere a) , b) , c) , d) ed e) della legge 4 ottobre 2019, n. 117). 
  • Decreto Ministeriale 25 settembre 1995, n. 493.

Secondo il D. Lgs 110/1992 per alimenti surgelati si intendono i prodotti alimentari sottoposti ad un processo speciale di congelamento, detto surgelazione, che permette di superare con la rapidità necessaria, in funzione della natura del prodotto, la zona di cristallizzazione massima e di mantenere la temperatura del prodotto in tutti i suoi punti, dopo la stabilizzazione termica, ininterrottamente a valori pari o inferiori a -18°C.

I controlli vengono ora effettuati presso i Border Control Post (BCP) o Posti di controlli frontalieri (PCF).


  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 10 ottobre 2008, ultimo aggiornamento 25 maggio 2021

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area