Home / Temi e professioni / Animali / Sanità animale / Malattie animali / Principali malattie animali / Malattia vescicolare dei suini (MVS)

Malattia vescicolare dei suini (MVS)

Immagine di suini

Malattia

  • La Malattia Vescicolare dei Suini (MVS) è una malattia infettiva contagiosa che colpisce i suini
  • Non è trasmissibile agli esseri umani

Dati epidemiologici nazionali

In Italia per la prima volta è stata osservata nel 1966 ed è stata registrata a partire dal 2008. Da allora, le misure restrittive previste dalle norme nazionali e regionali hanno consentito di ridurre progressivamente il numero di focolai registrati annualmente, di cui l’ultimo è stato registrato nel 2015 in un allevamento suinicolo in provincia di Reggio Calabria

Piani di eradicazione e azioni di controllo

A febbraio 2019, con il riconoscimento europeo dello status di regione indenne per la Calabria, ultima regione ad aver registrato un focolaio nel 2015, l’Italia ha definitivamente ottenuto il riconoscimento di Stato membro ufficialmente indenne per la MVS da parte dell’UE. A fine 2019 l’Italia ha depositato presso l’OIE la “self declaration” di indennità della malattia.

Tenuto conto che negli ultimi 5 anni non è emerso alcun elemento indicativo di circolazione virale, a fronte di più di 300.000 controlli sierologici annui, l’attività di sorveglianza nel 2021 è mantenuta solo per gli stabilimenti inseriti nel circuito export. Nel 2021, con l’applicazione del regolamento (UE) 2016/429, la MVS non è compresa tra le malattie elencate.

Raccomandazioni

  • Indicazioni per gli allevatori



Condividi

Tag associati a questa pagina


.