Home / News e media - Notizie / Prova attitudinale per il riconoscimento della qualifica di "educatore professionale"

Prova attitudinale per il riconoscimento della qualifica di "educatore professionale"

Le prove attitudinali per il riconoscimento della qualifica di “educatore professionale” conseguita in Paesi e comunitari e non comunitari, si terranno alle ore 9 presso l’Università di Roma Tor Vergata nell’aula 1 A 1 della Facoltà di Medicina e Chirurgia, Via Montpellier 1 - 00133, secondo il seguente calendario

  • Prova scritta e prova orale: 16 novembre  2021, ore 9.00.

Alla prova attitudinale possono partecipare solo coloro che, dopo aver presentato istanza di riconoscimento del proprio titolo di educatore professionale, hanno ricevuto l'attribuzione di una misura compensativa consistente in una prova attitudinale.

Leggi la Modalità di partecipazione alla misura compensativa

La suddetta prova consiste nella risoluzione di trenta quesiti a risposta multipla, di cui una sola esatta. La prova si intende superata se il candidato avrà risposto correttamente ad almeno 18 domande su 30.

I risultati e l’orario di svolgimento della prova pratica/orale saranno comunicati ai candidati successivamente alla correzione della prova scritta che avverrà al termine della stessa.

L’esito finale della misura compensativa sarà espresso in termini di “idoneo” in caso di superamento della misura compensativa, oppure in termini di “non idoneo” nel caso in cui detta misura non venga superata. La misura compensativa si intende superata laddove si superi sia la prova scritta, sia la prova pratica /orale.

In caso di esito sfavorevole, la prova attitudinale (prova scritta e prova pratica /orale), che potrà essere sostenuta decorsi almeno sei mesi dalla precedente, dovrà essere ripetuta integralmente.

Si consiglia di consultare frequentemente il Portale del Ministero della salute, in quanto potrebbero essere pubblicate ulteriori informazioni con l’evolvere delle disposizioni sanitarie legate al Covid 19.

N.B. In ottemperanza al decreto legge 6 agosto 2021 n. 111, che prevede che dal 1° settembre  2021  per l’accesso alle strutture universitarie si debba essere in possesso della certificazione verde Covid-19 da cui risulta l’avvenuta vaccinazione o una certificazione comprovante l’avvenuta guarigione da Covid-19, ovvero una certificazione comprovante l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare, effettuato mediante tampone oro/rino-faringeo presso una struttura pubblica o privata accreditata/ autorizzata in data non antecedente a 48 ore dal giorno in cui si accede agli spazi , con esito negativo al virus Sars-CoV2. L’obbligo del possesso della certificazione verde COVID 19 non si applica ai soggetti esentati della campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della Salute prot. 35309 del 4 agosto 2021.

Per approfondire





Data di pubblicazione: 24 settembre 2021 , ultimo aggiornamento 28 settembre 2021


Condividi