Home / Fake News

Fake News

Bufale e disinformazione sono molto pericolose quando riguardano la salute e spesso non è facile distinguerle tra milioni di informazioni. In queste pagine facciamo chiarezza sulle fake news più diffuse, smentendole alla luce delle evidenze disponibili.

Tutte le informazioni sono verificate dagli esperti del ministero della Salute e/o dell’Istituto superiore di sanità e sono basate su evidenze scientifiche, normative, documentazioni nazionali e internazionali disponibili alla data di pubblicazione di ogni notizia.

Ricerca per argomenti


Seleziona l'argomento per saperne di più

Seleziona l'argomento per saperne di più

Seleziona l'argomento per saperne di più

Seleziona l'argomento per saperne di più

Seleziona l'argomento per saperne di più

Seleziona l'argomento per saperne di più

Seleziona l'argomento per saperne di più

    Seleziona l'argomento per saperne di più

      Seleziona l'argomento per saperne di più

      Seleziona l'argomento per saperne di più

        Seleziona l'argomento per saperne di più

        Seleziona l'argomento per saperne di più

        • Naso

        Seleziona l'argomento per saperne di più

        Seleziona l'argomento per saperne di più

        Seleziona l'argomento per saperne di più

          Seleziona l'argomento per saperne di più

          Seleziona l'argomento per saperne di più

          Seleziona l'argomento per saperne di più

          Seleziona l'argomento per saperne di più

            Seleziona l'argomento per saperne di più

            Seleziona l'argomento per saperne di più

            • Yoga

            Seleziona l'argomento per saperne di più


            Affermazione falsa

            La vitamina D protegge dall’infezione da nuovo coronavirus


            Affermazione vera

            Non ci sono attualmente evidenze scientifiche che la vitamina D giochi un ruolo nella protezione dall’infezione da nuovo coronavirus. La Circolare del 30 novembre 2020 del ministero della Salute “Gestione domiciliare dei pazienti con infezione da SARS-CoV-2” sottolinea che "non esistono, ad oggi, evidenze solide e incontrovertibili (ovvero derivanti da studi clinici controllati) di efficacia di supplementi vitaminici e integratori alimentari (ad esempio vitamine, inclusa vitamina D, lattoferrina, quercitina), il cui utilizzo per questa indicazione non è, quindi, raccomandato."


            Consulta :


            Data ultima verifica: 30 novembre 2020

            Fake: la vitamina D protegge dall'infezione

            ARGOMENTI: Vitamina D



            Affermazione falsa

            Gli antibiotici prevengono l’infezione


            Affermazione vera
            Gli antibiotici non prevengono l’infezione da SARS-CoV-2. Questa classe di farmaci non ha effetti sui virus e quindi neanche sul nuovo coronavirus. Il loro utilizzo nei pazienti con infezioni virali può essere disposto su giudizio del medico in caso di eventuali sovrainfezioni batteriche. Lo strumento principe di prevenzione sono i vaccini.
            Data ultima verifica: 25 novembre 2020

            Fake: gli antibiotici prevengono l'infezione

            ARGOMENTI: Antibiotici



            Affermazione falsa

            Se si è stati a contatto con soggetti positivi al virus si possono prendere dei medicinali che prevengono l’infezione


            Affermazione vera

            Attualmente non esistono terapie utilizzabili in via preventiva. L’Agenzia italiana del farmaco (AIFA) ha autorizzato diversi studi per la sperimentazione di medicinali per il trattamento di Covid-19 e la FDA (Food and Drug Administration - Agenzia per gli alimenti e i medicinali) il 23 agosto 2020 ha rilasciato un'autorizzazione all'uso di emergenza del plasma convalescente sperimentale per il trattamento della malattia Covid-19 ma solo per i pazienti in ospedale. Lo strumento principe di prevenzione sono i vaccini.


            Data ultima verifica: 25 novembre 2020

            Fake: se si è stati a contatto con soggetti positivi al virus si possono prendere dei medicinali

            ARGOMENTI: Farmaci



            Affermazione falsa

            I farmaci antivirali prevengono l’infezione da nuovo coronavirus


            Affermazione vera
            Non ci sono evidenze su una loro azione preventiva.
            Data ultima verifica: 25 novembre 2020

            Fake: i farmaci antivirali prevengono l’infezione da nuovo coronavirus

            ARGOMENTI: Farmaci



            Affermazione falsa

            Il nuovo coronavirus è un ceppo di virus dell'influenza che è mutato


            Affermazione vera
            Si tratta di due ceppi virali diversi. SARS-CoV-2 è un nuovo ceppo di coronavirus che non è stato precedentemente identificato nell'uomo. I coronavirus sono una famiglia di virus che possono infettare l’uomo e trasmettere diverse malattie. I virus influenzali e il SARS-CoV-2 causano malattie respiratorie, che si possono presentare in forme asintomatiche, lievi, gravi e anche con decessi. Inoltre, vengono trasmessi per contatto, attraverso le goccioline di saliva e attraverso i fomiti (oggetti inanimati, superfici, indumenti, etc.). Di conseguenza, le stesse misure di salute pubblica, come l'igiene delle mani e una buona igiene respiratoria (tossire nel gomito o in un fazzoletto e smaltirlo immediatamente), sono azioni importanti per prevenire l'infezione da influenza e quella da nuovo coronavirus. Contro l'influenza abbiamo un’arma in più di prevenzione rappresentata dal vaccino. Per questo, quest’anno è ancora più importante vaccinarsi contro l’influenza.
            Data ultima verifica: 18 novembre 2020

            Fake: il nuovo coronavirus è un ceppo di virus dell'influenza che è mutato

            ARGOMENTI: Virus



            Affermazione falsa

            Il responsabile di Covid-19 non è un virus ma è un batterio


            Affermazione vera
            La malattia Covid-19 è causata da un virus chiamato "Sindrome Respiratoria Acuta Grave-CoronaVirus-2" (SARS-CoV-2) dall’International Committee on Taxonomy of Viruses (ICTV), organismo che si occupa della designazione e della denominazione dei virus (ovvero specie, genere, famiglia, ecc.).
            Data ultima verifica: 18 novembre 2020

            Fake: il responsabile di Covid-19 non è un virus ma è un batterio

            ARGOMENTI: Virus



            Affermazione falsa

            L’infezione da SARS-CoV-2 comporta sempre la comparsa di sintomi


            Affermazione vera

            La sintomatologia da COVID-19 può variare dalla completa assenza di sintomi (essere asintomatici) fino alla comparsa di febbre, tosse, mal di gola, mal di testa, naso che cola, debolezza, affaticamento e dolore muscolare e, nei casi più gravi, polmonite, insufficienza respiratoria, sepsi e shock settico.

            I sintomi più comuni di COVID-19 sono:

            • febbre ≥ 37,5°C e brividi
            • tosse di recente comparsa
            • difficoltà respiratorie
            • perdita improvvisa dell’olfatto (anosmia) o diminuzione dell'olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia)
            • naso che cola (rinorrea)
            • mal di gola
            • diarrea (soprattutto nei bambini).



            Data ultima verifica: 18 novembre 2020

            Fake: l'infezione SARS-CoV-2 comporta sempre comparsa sintomi

            ARGOMENTI: Contagio



            Affermazione falsa

            Rt non è affidabile per valutare il rischio di trasmissione di SARS-CoV-2 perché non tiene conto delle persone asintomatiche


            Affermazione vera

            Rt è affidabile perché è calcolato sui casi sintomatici, cioè sulle persone che hanno sviluppato i sintomi di Covid-19, e sui casi ospedalizzati, vale a dire sulle persone ricoverate in ospedale. Questo consente di avere e utilizzare un criterio di valutazione stabile e costante. Se Rt fosse invece basato sui casi asintomatici la sua stima dipenderebbe da quanti screening o contact tracing è capace di effettuare ogni singolo territorio.

            Per approfondire 


            Data ultima verifica: 18 novembre 2020

            Fake: Rt non è affidabile per valutare il rischio di trasmissione di SARS-CoV-2

            ARGOMENTI: Contagio



            Affermazione falsa

            I dati su cui viene valutato l'andamento dell’epidemia di Covid-19 sono vecchi


            Affermazione vera

            Vengono realizzate ogni settimana analisi sui dati consolidati della settimana precedente tranne per alcuni dati, ad esempio i tassi di occupazione dei posti letto, per cui è disponibile un numero affidabile più aggiornato. Considerando che i tempi di incubazione di SARS-CoV-2 variano dai 5 ai 14 giorni, questa frequenza di aggiornamento è sufficiente a valutare l’andamento dell’epidemia. Inoltre, come sottolineato dall’Istituto Superiore di Sanità nella nota sul sistema di valutazione del rischio pubblicata sul portale istituzionale “l’uso di indicatori prospettici come Rt, le proiezioni a 30 giorni dei tassi di ospedalizzazione e la valorizzazione dei dati su nuovi focolai che colpiscono popolazioni fragili (che più probabilmente dopo qualche settimana avranno bisogno di assistenza ospedaliera) permettono con gli stessi dati di ‘guardare avanti’”.


            Per approfondire



            Data ultima verifica: 18 novembre 2020

            Fake:I dati su cui viene valutato l'andamento dell’epidemia di Covid-19 sono vecchi

            ARGOMENTI: Dati statistici



            Affermazione falsa

            Per proteggermi dal nuovo coronavirus posso lavarmi le mani e/o altre parti del corpo che hanno toccato superfici esterne con la candeggina


            Affermazione vera
            Si raccomanda di non spruzzare o lavare parti del corpo con la candeggina perché l’ipoclorito di sodio può causare irritazioni e danni alla pelle e agli occhi ed esporre al rischio di inalazioni a concentrazioni nocive per la salute. La candeggina va utilizzata nella diluizione adeguata per disinfettare le superfici e non la pelle. E’ importante ricordare anche di tenere la candeggina fuori della portata dei bambini.Il modo migliore per proteggersi dal nuovo coronavirus è sempre quello di lavare accuratamente le mani con acqua e sapone, o con soluzioni a base alcolica, e rispettare le distanze di sicurezza.
            Data ultima verifica: 18 novembre 2020

            Fake: per proteggermi dal nuovo coronavirus posso lavarmi le mani con la candeggina

            ARGOMENTI: Igene



            Pagina  3  di  8




            .