Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto dirigenziale 10 giugno 2021 recante le indicazioni procedurali per l’individuazione degli enti del Terzo settore o le organizzazioni della società civile autorizzati all’esecuzione di test rapidi per l’HIV e per altre IST in ambito non sanitario, come previsto dal decreto ministeriale del 17 marzo 2021.

Il Decreto dirigenziale dispone in sintesi che:

  • l'esecuzione e la comunicazione dell'esito preliminare dei test rapidi salivari e su sangue da prelievo capillare possono essere svolte solo presso gli enti del Terzo settore o organizzazioni della societa' civile che abbiano inviato  al  Ministero  della  salute  -  Direzione  generale   della Prevenzione sanitaria, entro quindici giorni dalla data di entrata in vigore del decreto, la documentazione attestante i requisiti di cui all'art. 1, comma 2, del citato decreto ministeriale.
  • I requisiti eventualmente  non  comprovabili  tramite  specifica documentazione,  devono   essere    attestati    tramite    apposita dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorieta' di cui all'articolo 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre  2000,  n. 445, firmata dal legale rappresentante.
  • La documentazione e l'eventuale dichiarazione sostitutiva devono essere  inviate   unicamente   tramite   posta   Pec   all'indirizzo dgprev@postacert.sanita.it .
  • L'elenco degli enti del Terzo  settore  o  organizzazioni  della società civile  adempienti  è  pubblicato  sul  sito  internet  del ministero della Salute.


Per saperne di più:


Consulta le notizie di Malattie infettive,  le notizie di Hiv e Aids

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Malattie infettiveHiv e Aids

  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 13 luglio 2021, ultimo aggiornamento 13 luglio 2021

Documentazione

Opuscoli e Poster