Versione stampabile     Versione stampabile


La proceduraLa procedura

La Commissione Centrale per gli Esercenti le Professioni Sanitarie è preposta all'esame dei ricorsi presentati dai professionisti sanitari contro i provvedimenti dei rispettivi Ordini professionali in determinate materie (tenuta degli albi professionali, irrogazione di sanzioni disciplinari), nonché sulla regolarità delle operazioni elettorali per il rinnovo degli organi direttivi; inoltre, esercita il potere disciplinare nei confronti dei propri componenti appartenenti alle professioni sanitarie e dei componenti i Comitati centrali delle Federazioni nazionali.

L’Ufficio di segreteria CCEPS, una volta ricevuto il ricorso, chiede all’Ordine di provvedere a trasmettere telematicamente tutti i documenti relativi al procedimento, nonché le eventuali controdeduzioni.

Fatto salvo quanto previsto dall’art. 56, commi uno e due, del DPR n. 221/1950, il ricorrente può prendere visione dei documenti e delle controdeduzioni eventualmente depositate da coloro ai quali il ricorso sia stato notificato, mediante apposita istanza formulata espressamente nel ricorso.

Nel caso di mancata formulazione dell’apposita istanza nel ricorso, il ricorrente sarà invitato dall’Ufficio di Segreteria della CCEPS a provvedere, laddove interessato, alla richiesta di presa visione degli atti e documenti mediante la trasmissione all’indirizzo di posta elettronica cceps@postacert.sanita.it dell’apposito modello, debitamente compilato e corredato dalla fotocopia del documento di identità dell’interessato o dell’eventuale delegato e dalla procura di costituzione in giudizio (ove ci si avvalga di un avvocato difensore).


Chi può richiederloChi può richiederlo

  • ricorrente iscritto all’Albo delle professioni o l’avvocato difensore se costituito
  • Presidente dell’Ordine o l’avvocato difensore

  • Procuratore della Repubblica territorialmente competente

  • Ministero della salute per il tramite dell’Avvocatura Generale dello Stato


Cosa serve per richiederloCosa serve per richiederlo

Istanza per la presa visione degli atti e documenti formulata espressamente nel ricorso introduttivo del giudizio.

In alternativa, mediante la presentazione dell’apposito modulo all’indirizzo pec cceps@postacert.sanita.it, debitamente compilato in ogni sua parte e corredato dalla fotocopia del documento di identità dell’interessato o dell’eventuale delegato e dalla procura alle liti (ove ci si avvalga di un avvocato difensore).


Moduli e linee guidaModuli e linee guida


Come si presenta la richiestaCome si presenta la richiesta

  • PEC
    Indirizzo di PEC: cceps@postacert.sanita.it
    Oggetto: PROFS-CCEPS-AAR
    Istruzioni aggiuntive: Richiesta di accesso agli atti del ricorso

Quanto tempo ci vuoleQuanto tempo ci vuole

30 giorni


Quanto costaQuanto costa

Tariffa: gratuito



Come viene comunicato l'esitoCome viene comunicato l'esito

  • Posta elettronica certificata

Dove viene pubblicato l'esitoDove viene pubblicato l'esito

Non è prevista la pubblicazione dell'esito


NormativaNormativa

  • Decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 13 settembre 1946, n. 233, e successive modificazioni ed integrazioni
  • DPR 5 aprile 1950, n. 221, e successive modificazioni ed integrazioni


Consulta il Trovanormesalute



ContattiContatti

  • Nominativo: Direzione Generale delle Professioni sanitarie e delle risorse umane del servizio sanitario nazionale (DGPROF) - Uff. 1 - Affari generali e segreteria CCEPS - USARE PEC
    Email: cceps@postacert.sanita.it

Ufficio responsabile del procedimentoUfficio responsabile del procedimento

Direzione Generale delle Professioni sanitarie e delle risorse umane del servizio sanitario nazionale (DGPROF)
Ufficio 1 - Affari generali e segreteria CCEPS

FAQFAQ

Non sono presenti FAQ


TemiAree e siti tematici


Ufficio responsabile del procedimentoUfficio



Data ultimo aggiornamento: 28 aprile 2021

  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email