Sei in: Home > 3. Organizzazione e gestione dei controlli ufficiali > Sanità delle Piante - Controlli sul Territorio > Cinipide del castagno, Dryocosmus kuriphilus Yasumatsu - Misure d'emergenza provvisorie

Cinipide del castagno, Dryocosmus kuriphilus Yasumatsu - Misure d'emergenza provvisorie

FONTE: Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali

Misure d'emergenza provvisorie per impedire la diffusione del cinipide del castagno, Dryocosmus kuriphilus Yasumatsu
(D.M. 30/10/2007)

 


AC Centrali:

MIPAAF, Servizio fitosanitario centrale (SFC) (art. 49 D.Lgs. n. 214/2005)

Ruoli:

- Notifica alla Commissione e agli altri Stati membri, entro il 31 dicembre, i risultati delle indagini, la comparsa dell'organismo in aree precedentemente indenni; l'istituzione di zone delimitate, corredate da mappe in scala, e le misure adottate per eradicare e contenere l'organismo.
- Raccolta dati sulla presenza e diffusione degli organismi nocivi sul territorio
- Determinazione degli standard tecnici
- Determinazione dei requisiti di professionalità e della dotazione minima delle attrezzature per i controlli
- Coordinamento, armonizzazione e vigilanza sull’applicazione dei controlli

 

AC Regionali:

Servizi fitosanitari regionali (SFR) presso i dipartimenti/direzioni  agricoltura o presso agenzie delle Regioni e Province Autonome (art. 50 D.Lgs. n. 214/2005)

Ruoli:

Eseguono i controlli per riscontrare la presenza dell'organismo nei territori di propria competenza, qualora ne accertino la comparsa, in aree risultate precedentemente indenni, lo comunicano al SFC.  Istituiscono le zone delimitate e lo comunicano al SFC   trasmettendone le mappe in scala e specificandone le misure in esse adottate per l'eradicazione e/o il contenimento dell'organismo.

 


Categorizzazione degli eventuali rischi e modalità di applicazione delle categorie di rischio

Il monitoraggio riguarda in modo particolare le aree cuscinetto e in generale tutte le aree ritenute ancora indenni dal parassita.

 

Frequenza (o criteri per stabilire frequenza)

Annuale

 

Luogo e momento del controllo

Annualmente vengono effettuati i controlli nelle zone ritenute indenni durante il periodo di comparsa delle galle (aprile - maggio).

 

Metodi e tecniche

Controlli  della presenza dell'organismo con ispezioni adeguate durante il periodo di presenza nelle galle.

 

Provvedimenti sanitari; sanzioni amministrative; sanzioni penali

Divieto di spostamento di vegetali al di fuori o all'interno di aree dove è stata accertata la presenza del Cinipide; nelle aree focolaio, distruzione di piante infestate e di piante che mostrano i sintomi in modo da eradicare il parassita.

 

Modalità rendicontazione, verifica e feedback

I risultati dei controlli, riportati su verbali di sopralluogo e in banche dati regionali,   sono comunicati al Servizio Fitosanitario Centrale entro il 30 ottobre di ogni anno per la loro trasmissione alla UE.

 


Data di pubblicazione: 1 gennaio 2015

Tag associati a questa pagina: Sanità delle piante


Condividi:

  • Facebook