Menu nascosto all'interno della pagina
Salta la testata inizio
Ministero della Salute
Cerca 


Piano Nazionale Integrato 2011-2014

A cura di:
Direzione generale per l'igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione

Web editing:
M. DE MARTINO



Cap. 3A - Qualità Merceologica - Vitivinicolo

Data di aggiornamento: 16 dicembre 2010

CONTROLLI NEL SETTORE VITIVINICOLO
(Legge 10 febbraio 1992, n. 164; Decreto legislativo 10 agosto 2000, n. 260; D.M. 11 aprile 2001;
Legge 82 del 20/02/2006; Reg. (CE) n. 1234/2007 del Consiglio; Legge 20 febbraio 2006, n. 82; D.M. 27 novembre 2008; Regolamenti (CE) n. 479/2008 del Consiglio; Regolamento (CE) n. 555/2008 della Commissione; D.M. 29 luglio 2009; Reg. (CE) 491/2009 che modifica il Reg. (CE) 1234/2007; Reg. (CE) 607/2009; Reg. (CE) 1493/99; Reg. (CE) 753/2002; L. 10 febbraio 1992, n. 164; L. 20 febbraio 2006, n. 82; D.lgs. 27 gennaio 1992, n. 109; DM 3 luglio 2003; DM 23 dicembre 2010; Regolamento (CE) 178/2002; D. Lgs 190/2006; Regolamento CEE n. 2238/93; D.M. 19 dicembre 1994, n. 768)

Macroarea: ALIMENTI            
Settore: Qualita’ merceologica (compresa etichettatura e tracciabilità)
Tipologia dell'attività: 4a - Attività di controllo ufficiale svolte sull'intero territorio nazionale, diverse dai Piani specifici comunitari, con organizzazione e programmazione centrali

Autorità competentiruoli
AC Centrale: MIPAAF –Ministero Politiche Agricole Alimentari e Forestali. 
Dipartimento dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione delle frodi (ICQRF)
Organo Tecnico del MiPAAF incaricato di effettuare Controlli sulle caratteristiche merceologiche dei prodotti agroalimentari e dei mezzi tecnici di produzione


dettagli dell'attività
categorizzazione degli eventuali rischi e modalità di applicazione delle categorie di rischioSulla base dell’esperienza pregressa dei controlli (controlli effettuati negli ultimi tre anni e irregolarità riscontrate) nonché delle dimensioni delle aziende di produzione, commercio e importazione.
frequenza (o criteri per stabilire frequenza)In base alla numerosità degli operatori di settore
luogo e momento del controlloI controlli vengono effettuati nella/e fase/i di filiera individuata sulla base dei rischi durante tutto l’arco dell’anno intensificando le ispezioni nel periodo vendemmiale.
metodi e tecnicheControllo documentale, prelievo campioni e verifiche analitiche.
modalità rendicontazione, verifica e feedbackRelazioni di monitoraggio dell’attività (mensili, trimestrali, semestrali e annuale).
Verifica dell’attività effettuata sulla base del numero di irregolarità riscontrate, dei sequestri, delle notizie di reato e delle diffide.




Ministero della Salute - Centralino 06.5994.1 - Codice Fiscale 80242250589