Menu nascosto all'interno della pagina
Salta la testata inizio
Ministero della Salute
Cerca 


Piano Nazionale Integrato 2011-2014

A cura di:
Direzione generale per l'igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione

Web editing:
M. DE MARTINO



Cap. 2B - LNR Diossine e PCB in mangimi e alimenti per animali

Data di aggiornamento: 11 giugno 2014

LNR per Diossine e PCB in Mangimi ed Alimenti per Animali
Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise
Via Campo Boario, 64100 Teramo
www.izs.it

 

1) Elenco delle attività di analisi 
Il Laboratorio Nazionale di Riferimento (LNR) per diossine e PCB effettua la determinazione delle diossine (PCDD-PCDF), dei PCB diossina-simili (DL-PCB), dei PCB non diossina-simili (NDL-PCB) e dei Polibromodifenileteri (PBDE) negli alimenti e nei mangimi, mediante metodi di conferma basati sulla gas – massa ad alta risoluzione (GC-HRMS), come riportato in Tabella 1.

Tabella 1. Lista dei metodi impiegati per la determinazione di PCDD-PCDF, DL-PCB, NDL-PCB e PBDE
AnalitiMetodoRiferimento
PCDD-PCDFGC-HRMSEPA 1613:1994 (Rev. B)
DL-PCBGC-HRMSIZS TE B3.1.4 SOP119 (MI)*
NDL-PCBGC-HRMSIZS TE B3.1.4 SOP087 (MI)*
PBDEGC-HRMSIZS TE B3.1.4 SOP129 (MI)*

* MI = metodo interno

Il LNR dispone, inoltre, di metodi di analisi per la determinazione dei PCDD-PCDF, DL-PCB e NDL-PCB nel siero umano e nel latte materno, utilizzati nel corso di studi di biomonitoraggio.

 

2) Sistemi di gestione e controllo della qualità
In riferimento alle prescrizioni del Regolamento (UE) N. 252/2012 e del Regolamento (UE) N. 278/2012, applicabili ai laboratori di prova e alle procedure di analisi per quanto riguarda la determinazione dei livelli di diossine e dei policlorobifenili negli alimenti e nei mangimi, il LNR ha posto in essere i seguenti sistemi di gestione e controllo della qualità:

  • ha ottenuto l’accreditamento in base alla norma EN ISO/IEC 17025 dei metodi di prova relativi alla determinazione dei PCDD-PCDF, dei DL-PCB, dei NDL-PCB e dei PBDE negli alimenti e nei mangimi;
  • le prestazioni dei metodi di prova sono conformi ai requisiti previsti dalla normativa vigente, in termini di ripetibilità, riproducibilità intra-laboratorio, esattezza e limiti di quantificazione rispetto ai livelli di concentrazione di interesse;
  • l’assicurazione della qualità delle prove è garantita dall’uso regolare di  bianchi campione e di materiali di riferimento;
  • la competenza del laboratorio è dimostrata attraverso la costante e proficua  partecipazione alle prove interlaboratorio organizzate dal Laboratorio Europeo di Riferimento (EU-RL) per diossine e PCB in mangimi e alimenti e dal Norwegian Institute of Public Health.

3) Modalità di pianificazione e realizzazione delle prove interlaboratorio e di confronto

Al fine di ottenere un’adeguata significatività dei risultati sul piano statistico, il LNR promuove la partecipazione da parte dei Laboratori ufficiali nazionali alle prove interlaboratorio dell’EU-RL, il quale organizza due prove interlaboratorio per anno su matrici costituite da alimenti per l’uomo e per gli animali. I risultati delle prove ottenuti a livello nazionale vengono elaborati e valutati dal LNR che assicura l’implementazione di azioni di follow-up nei confronti dei laboratori che non hanno ottenuto prestazioni soddisfacenti. I risultati delle prove interlaboratorio vengono discussi nel corso del workshop annuale organizzato dal LNR a cui partecipano i Laboratori ufficiali nazionali e l’Autorità Competente. Il LNR elabora, infine, un rapporto annuale relativo alle prove interlaboratorio svolte che viene fornito ai Laboratori ufficiali nazionali e all’Autorità Competente.

 





Ministero della Salute - Centralino 06.5994.1 - Codice Fiscale 80242250589