Salta la testata inizio inizio
Ministero della Salute
Cerca 

Menu nascosto all'interno della pagina

Certificato di assistenza al parto (CeDAP)


Il Certificato di Assistenza al Parto - CedAP (consulta il CeDAP 2009 - pdf, 1,5 Mb, pubblicato nel gennaio 2012) fornisce informazioni di carattere sanitario, epidemiologico e socio-demografico attraverso la rilevazione degli eventi di nascita, di nati-mortalità e di nati affetti da malformazioni, dati rilevanti ai fini della sanità pubblica, necessari per la programmazione sanitaria nazionale e regionale.
A livello nazionale, i criteri generali sono stati dettati dal Ministero della Salute con Decreto 16 luglio 2001 n. 349 e le modalità di attuazione sono indicate dalla Circolare ministeriale n. 15 del 19/12/2001 del Ministero della Salute.

Il certificato viene redatto, non oltre il decimo giorno dalla nascita, a cura dell’ostetrica/o o del medico che ha assistito il parto o del medico responsabile dell’unità operativa in cui è avvenuta la nascita. Nel caso di nati morti e/o in presenza di malformazioni del feto, nel certificato sono rilevate specifiche informazioni a cura del medico accertatore.
L’originale del certificato viene conservato presso la Direzione sanitaria degli Istituti di cura pubblici e privati in cui è avvenuto il parto. Nei casi di nascita avvenuta a domicilio o in struttura diversa da istituto di cura pubblico o privato, il certificato deve essere consegnato dall’ostetrica/o o dal medico che ha assistito il parto alla Azienda sanitaria di evento, non oltre il decimo giorno dall’evento.
Le Aziende sanitarie ricevono anche i dati relativi agli eventi di nascita che hanno luogo presso gli ospedali a gestione diretta, classificati e gli istituti di ricovero privati. I certificati relativi agli eventi di nascita che hanno luogo presso le Aziende Ospedaliere, gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico ed i Policlinici universitari, sono invece trasmessi da queste strutture direttamente alle Regioni.
Le Regioni trasmettono i dati semestralmente al Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali - Settore salute – Direzione Generale del Sistema Informativo, Ufficio di Direzione Statistica, secondo le seguenti tempistiche:

  • entro il 30 settembre di ogni anno, i dati relativi ai parti del primo semestre dell’anno
  • entro il 31 marzo di ogni anno, i dati relativi ai parti del secondo semestre dell’anno precedente ed eventuali correzioni ed integrazioni riguardanti il primo semestre.

Il D.M. 349/2001 prevede inoltre che il Ministero della Salute trasmetta annualmente all’Istituto nazionale di statistica (ISTAT), copia dell’archivio nazionale privo degli elementi identificativi diretti.
Il gruppo di monitoraggio congiunto Ministero  – ISTAT – Regioni ha il compito di verificare periodicamente le problematiche della rilevazione, sia in termini di contenuto sia in termini di modalità di raccolta e trasmissione dei dati a livello nazionale.

Certificato di assistenza al parto (CeDAP). Analisi dell'evento nascita




Responsabile - Redazione - Monitoraggio - Note legali - Privacy - Guida - Mappa
Ministero della Salute - Centralino 06.5994.1 - Codice Fiscale 80242250589