Menu nascosto all'interno della pagina
Salta la testata inizio inizio
Ministero della Salute
Cerca 

Campagna di comunicazione per la lotta contro l'Aids 2012-2013

In linea con le indicazioni della Commissione nazionale Aids, la campagna istituzionale vuole rafforzare la percezione del rischio dell’infezione da Hiv e sensibilizzare sulla modalità di trasmissione e sulle misure di prevenzione. La campagna si rivolge alla popolazione generale e in particolare alle categorie con comportamenti ritenuti a maggior rischio: adulti, migranti, MSM (uomini che fanno sesso con uomini), giovani, donne. Al progetto hanno collaborato l’Istituto superiore di sanità, l’Istituto nazionale malattie infettive “Spallanzani”, le associazioni di volontariato e di pazienti e l’Università degli studi di Bologna.

Testimonial della campagna e regista dello spot è l’attore Raoul Bova, il quale ha scelto di offrire la sua collaborazione gratuitamente. I costi della campagna stessa riguardano infatti solamente la produzione degli strumenti e l’acquisto degli spazi sui mezzi di informazione.

Data l’ampiezza del target, il Ministero della Salute ha pianificato una campagna di comunicazione di tipo integrato: è stato realizzato uno spot televisivo, uno spot radiofonico, una creatività stampa e sarà utilizzato il web. Sarà inoltre prodotto e diffuso materiale informativo presso gruppi specifici di popolazione. La campagna godrà di oltre 1400 passaggi televisivi, 90 radiofonici, 1600 nelle sale cinematografiche (a partire già da oggi), apparirà su 14 quotidiani e 20 siti web e sarà ospitata stabilmente sul portale del Ministero della Salute. In più, l’annuncio stampa sarà pubblicato su 11 testate periodiche etniche legate alle comunità maggiormente interessate alla patologia  (come Africa, Sudamerica, Est Europa) in una versione tradotta nelle diverse lingue: le minoranze straniere sono un target a rischio e la stampa in lingua consentirà di raggiungere in modo efficace e mirato questa popolazione.

La campagna si protrarrà per tutto il mese di dicembre e riprenderà nel corso del 2013 successivamente al periodo del cosiddetto “buio pre-elettorale”, nel quale vige il divieto per la Pubblica amministrazione di effettuare attività di comunicazione sui mezzi di informazione.

 

Principale normativa e documenti di riferimento

Legge 5 giugno 1990 n. 135 "Programma di interventi urgenti in materia di prevenzione e lotta all'AIDS" assegna al Ministero della salute specifici fondi per la realizzazione di iniziative di informazione allo scopo di contrastare la diffusione del virus HIV.   

Piano Nazionale della Prevenzione 2010-2012 considera prioritaria, nell’ambito della prevenzione e del controllo delle patologie trasmissibili per le quali non vi è disponibilità di vaccinazioni, la riduzione delle malattie sessualmente trasmesse (specie l’infezione da HIV) e l’attivazione di iniziative di comunicazione nei confronti di tali malattie

Il Programma delle iniziative di comunicazione per l’anno 2012 del Ministero della Salute – vale a dire il principale documento programmatico di comunicazione delle singole amministrazioni ai sensi della Legge 150/2000–  individua l’informazione sull’Aids come un tema prioritario e di rilevanza strategica.  

 

Scenario epidemiologico

Secondo i dati del Centro Operativo Aids (ISS) in Italia, dal 1982 ad oggi, sono stati segnalati 64.000 casi di AIDS di cui 50.000 deceduti.

Per quanto riguarda le nuove infezioni da HIV, nel 2011 sono stati diagnosticati 5,8 nuovi casi di positività per 100.000 residenti.

Ecco i principali cambiamenti che si osservano in questi anni rispetto al 2000:

  • l'aumento delle infezioni acquisite attraverso contatti sessuali non protetti
  • la diminuzione delle persone che si sono infettate attraverso il consumo di sostanze per via iniettiva
  • l'aumento di casi in persone straniere
  • la diminuzione della quota di infezioni in donne
  • l'aumento di casi in persone con oltre 50 anni di età.

Target di campagna

Dall’analisi epidemiologica emerge che l’infezione da HIV può riguardare tutte quelle persone che hanno avuto, anche inconsapevolmente, un comportamento a rischio. Pertanto, il target di campagna è rappresentato da: 

  • Target primario:  Popolazione generale
  • Target secondario (categorie con comportamenti ritenuti a maggior rischio) Adulti, Migranti; MSM (uomini che fanno sesso con uomini); Giovani; Donne

Obiettivi di comunicazione

In linea con le indicazioni della Commissione nazionale AIDS, la campagna istituzionale del 2012 verterà sulla sensibilizzazione della popolazione generale in merito al rafforzamento della percezione del rischio dell’infezione da HIV, alla modalità di trasmissione (nozioni di base) della stessa e alle misure di prevenzione (comportamento responsabile + preservativo).

 

Il contenuto dei messaggi e il tono della comunicazione

Il contenuto dei messaggi di comunicazione della campagna 2012-2013 ruota intorno a poche parole chiave: Consapevolezza dell’esistenza e dell’ importanza del problema; Responsabilità nell’attuazione dei comportamenti a tutela della propria salute; Rispetto della salute degli altri; Maturità nel decidere di modificare un proprio comportamento.

Il tono e il linguaggio della campagna è chiaro e diretto ma senza ricorrere a toni drammatici. I messaggi devono risultare positivi, empatici, senza stigmatizzazioni e rispettosi delle preferenze sessuali delle singole persone.

 «La trasmissione sarà interrotta il più presto possibile». Uniti contro l’Aids

E’ lo slogan presente in tutti i materiali prodotti e che individua senza possibilità di equivoci l’obiettivo da raggiungere insieme. E’ la dichiarazione di impegno che coinvolge tutti i target (popolazione generale, e singole categorie MSM, giovani, anziani…).in una sorta di sfida per sconfiggere definitivamente l’Aids.

 

Il testimonial della campagna

Raoul Bova è il testimonial della campagna 2012 2013 ed il regista dello spot televisivo. La scelta è ricaduta sul affermato ed apprezzato attore in considerazione della sua ampia notorietà e dalla sua alta credibilità come testimonial di iniziative a contenuto sociale. Secondo lo studio pre-campagna commissionato dal Ministero all’Università di Bologna - Dipartimento di scienze dell’educazione (che valuterà anche la riuscita della campagna), Raoul Bova è conosciuto dal 92% delle persone ed è gradito e considerato credibile come testimonial da oltre l’87% della popolazione intervistata (un campione di 2400 persone rappresentativo a livello nazionale).

Raoul Bova è un attore positivamente ed attivamente impegnato nel sociale, ha collaborato alla campagna gratuitamente. I costi della campagna stessa riguardano infatti solamente la produzione degli strumenti e l’acquisto degli spazi sui mezzi.

 

Dettaglio della pianificazione della campagna

  • Annuncio stampa quotidiana – principali testate di informazione tradizionali cartacee e nella versione on line anche alla luce della interessante crescita di fruizione da parte dei lettori mediante le nuove tecnologie (I-pad, smartphone, ecc.) Oltre all’uscita il 1° dicembre sono previsti banner anche nei giorni successivi (per un totale di 14 quotidiani e 20 siti)
  • Annuncio stampa Etnica -  Le minoranze straniere sono un target a rischio, pertanto la stampa in lingua consente di raggiungere in modo efficace e mirato tale popolazione. Sono previste 11 uscite complessive distribuite sulle testate periodiche mensili delle comunità maggiormente interessate alla patologia  (Africa, Sudamerica, Est Europa, ecc.) nei numeri di dicembre - gennaio
  • Spot TV della durata di 30” - La diffusione sarà assicurata attraverso il ricorso agli spazi delle emittenti del servizio pubblico RAI riservati alle pubbliche amministrazioni mediante il Dipartimento dell’informazione dell’editoria della Presidenza del consiglio, nonché agli spazi pubblicitari sulle principali emittenti nazionali commerciali (reti Mediaset, gruppo LA7, ecc.)  e locali (per un totale di 1400 passaggi a partire dal 1° dicembre)
  • Spot Cinema della durata di 30” L’opportunità di avere la presenza di un testimonial famoso del mondo televisivo e cinematografico di grande impatto visivo, ha indotto ad utilizzare anche la diffusione sui principali circuiti cinematografici su tutto il territorio nazionale (per un totale di oltre 1600 sale a partire dal 30 novembre)
  • Spot radiofonico della durata di 30” –  è stata garantita la diffusione del messaggio anche attraverso le principali emittenti radiofoniche nazionali (radio DJ, Radio 105, RTL 102,5) per un totale di 90 passaggi radio concentrati soprattutto nei giorni 1-2 dicembre.

Timing

Su quasi tutti i mezzi, la campagna partirà a far data dal 1° dicembre in occasione della celebrazione della Giornata Mondiale Aids e si protrarrà  per il mese di dicembre. La comunicazione riprenderà nel corso del 2013 successivamente al periodo di c.d. buio pre.elettorale nel quale è fatto divieto a tutte le PPAA di effettuare attività di comunicazione sui mezzi di informazione. 

 

Numero verde AIDS e IST

Accanto alla campagna di comunicazione, il Ministero della salute e l’Istituto superiore di sanità garantiscono un servizio personalizzato di informazione e consulenza attraverso “Telefono Verde AIDS e IST (800.861.061)” dalle ore 10.00 alle ore 18.00. In occasione della Giornata Mondiale di lotta contro l’AIDS  sabato 1 Dicembre 2012, gli esperti del telefono saranno a disposizione delle persone-utenti per rispondere a quesiti, chiarire dubbi e fornire indicazioni in merito ai Centri diagnostico-clinici e alle Organizzazioni non governative che si occupano di HIV, AIDS  e IST  presenti sul territorio nazionale. Il Telefono Verde AIDS e IST svolgerà, come di consueto, un’attività di counselling telefonico relativamente alle infezione da HIV/AIDS e alle Infezioni Sessualmente Trasmesse in quattro lingue (Italiano, Inglese, Francese e Portoghese). È prevista, inoltre, la consulenza legale nel corso dell’intera giornata.

 

Scarica la locandina:

Consulta l'area tematica Hiv e Aids




Data ultimo aggiornamento: 14 gennaio 2013


  • Condividi:
  • Aggiungi su Google Bookmark
  • Aggiungi su Live.com
  • Condividi su Facebook
  • Ok Notizie
  • Segnala su LinkedIn
  • Segnala su Del.icio.us
  • Segnala su Technorati
  • Segnala su Digg
  • Virgilio
  • Segnala su Furl
  • Segnala su Twitter
  • Segnala su Friendfeed
  • Segnala su Wikio

Dai il tuo voto a questa pagina    Stelle sensibiliVoto 1 Voto 2Voto 3Voto 4Voto 5




Responsabile - Redazione - Monitoraggio - Note legali - Privacy - Guida - Mappa
Ministero della Salute - Centralino 06.5994.1 - Codice Fiscale 80242250589