Sei in: Home > 5. Obiettivi del PNI e conclusioni > 5b - Sanità animale > Diarrea virale bovina (BVD) - Programma di controllo (Piemonte)

Diarrea virale bovina (BVD) - Programma di controllo (Piemonte)

FONTE: Regione Piemonte

Diarrea virale bovina (BVD) - Programma di controllo (Piemonte)

Capitolo 5. Analisi Critica e Conclusioni

Il progetto pilota ha confermato l’efficacia del protocollo diagnostico predisposto negli anni precedenti.

Il controllo diagnostico viene eseguito secondo il protocollo indicato per ciascun livello previsto di intervento; contestualmente viene mantenuta una vigilanza sul rispetto delle misure di biosicurezza richieste alle aziende aderenti.

Nell’attuazione del programma sono essenziali le informazioni fornite dal Servizio Veterinario agli allevatori aderenti, finalizzate all’individuazione degli interventi più appropriati per il controllo e per l’eradicazione dell’infezione, o per mantenere lo status sanitario se già acquisito.

Nel 2018 il numero di aziende coinvolte nel programma ha registrato una lieve flessione rispetto all’anno precedente.

La percentuale delle aziende con un numero di soggetti sieropositivi allo screening tale da non escludere la circolazione virale è risultata analoga a quella del 2017 (15% circa).

Purtroppo permane assolutamente sporadica l’adesione da parte degli allevatori ai successivi livelli di controlli, per i quali devono sostenere i costi.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 23 luglio 2019


Condividi:

  • Facebook


Segui l'argomento negli altri capitoli