Sei in: Home > 5. Obiettivi del PNI e conclusioni > 5b - Sanità animale > Malattia di Aujeszky - Piano regionale di controllo ed eradicazione (Lombardia)

Malattia di Aujeszky - Piano regionale di controllo ed eradicazione (Lombardia)

FONTE: Regione Lombardia

Malattia di Aujeszky - Piano regionale di controllo ed eradicazione (Lombardia)

Capitolo 5b. Analisi Critica e Conclusioni

L’attuazione dei piani di controllo ed eradicazione negli anni precedenti alla fine del 2016 hanno determinato il consolidamento della riduzione della prevalenza dell’infezione della malattia di Aujeszky in Lombardia, attestandosi attorno al 2,6%;

L’attività di controllo ha evidenziato il consolidamento dell’ottimo livello sanitario raggiunto dagli allevamenti suini, che ha permesso, a fine 2017, il raggiungimento dell’obiettivo dell’approvazione del Piano da parte della Commissione. L’attività di controllo ha anche permesso di evidenziare il favorevole stato sanitario degli allevamenti suini di autoconsumo.

Quanto sopra è il favorevole risultato della crescente consapevolezza da parte degli allevatori di attuare correttamente il piano vaccinale previsto dalla norma nazionale e di adottare misure di biosicurezza per prevenire l’infezione, unitamente all’intensificazione dei controlli ufficiali, da parte dei Dipartimenti Veterinari, agli interventi di informazione rivolti ad allevatori e all’attività dei veterinari Libero Professionisti responsabili del Piano aziendale di controllo della malattia di Aujeszky

Tutto questo pone le basi per iniziare il cammino verso il riconoscimento di Territorio indenne da Malattia di Aujeszky, incluso nell’Allegato I della Decisione n. 2008/185/CE, e nel quale è vietata la profilassi immunizzante, attestandosi a livelli di eccellenza sanitaria e innalzando il “valore commerciale” del proprio patrimonio zootecnico.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 23 luglio 2019


Condividi:

  • Facebook