Sei in: Home > 1. Attività svolta > Alimenti > Allergeni - Piano regionale di controllo (Sicilia)

Allergeni - Piano regionale di controllo (Sicilia)

FONTE: Regione Sicilia

Allergeni - Piano regionale di controllo (Sicilia)

Capitolo 1 – Attività svolta

Piano regionale allergeni anno 2018 –PRA, corretta applicazione del D.lvo n.114/2006) – Annualità 2018

Attività di controllo ufficiale parte integrante del PRIC Sicilia 2015 – 2018, elaborati su fonte AA.SS.PP. e IZS Sicilia “A. Mirri”.

 

Con decreto del Dirigente Generale del Dipartimento ASOE n.1038 del 06 giugno 2018, pubblicato sulla GURS n.27 del 22.06.2018, è stato approvato il piano regionale allergeni (PRA) di controllo ufficiale sulla verifica della corretta applicazione del decreto legislativo n.114/2006 per l’anno 2018. Con il citato Piano è stato disposto un campionamento ripartito sul territorio (tabella 1), comprensivo di matrici di origine animale e vegetale per la ricerca dei seguenti allergeni: glutine, ovoalbumine, β-lattoglobuline, caseina, proteine dei molluschi e dei crostacei, allergeni della frutta a guscio, delle arachidi, della soia, del sesamo e ricerca solfiti. In particolare, sono state prese in considerazione alcune tipologie di matrici alimentari, particolarmente a rischio, di seguito elencate, per un totale di n.500 campioni:

  • Carni macinate e preparazioni gastronomiche a base di carne per la ricerca dell’anidride solforosa e dei suoi sali, tenuto conto delle non conformità registrate negli anni precedenti per le stesse matrici e rilevate in corso di ispezione. Valutata l’analisi del rischio, trattandosi, fra l’altro, di una sostanza non consentita e fonte di pericolo per i soggetti allergici;
  • Crostacei non trasformati, per la ricerca dell’anidride solforosa e dei suoi sali;
  • Carni macinate, preparazioni gastronomiche a base di carne, preparati a base di pesce, crostacei non trasformati per la ricerca delle proteine dell’uovo, del latte e del glutine, se non dichiarati in etichetta;
  • Prodotti da forno per la prima colazione per la ricerca delle proteine dell’uovo, del latte, del glutine, della frutta a guscio, della soia e delle arachidi, se non dichiarati in etichetta;
  • Omogeneizzati vegetali, per la ricerca di glutine;
  • Omogeneizzati di carne o pesce, per la ricerca di solfiti, glutine, proteine dei molluschi e proteine dei crostacei e dei molluschi.
  • Preparati a base di pesce per la ricerca delle proteine allergeniche del glutine, crostacei, molluschi e solfiti

            Nel campionamento e nella valutazione analitica si è tenuto conto di quanto previsto e stabilito, in materia di informazione ed etichettatura, dal Reg.(UE) n.1169/2011. In particolare e relativamente alla presenza degli Allergeni, il Regolamento CE 1169/2011 stabilisce all’art.9 che “qualsiasi ingrediente o coadiuvante tecnologico elencato nell’allegato II o derivato da una sostanza o un prodotto elencato in detto allegato che provochi allergie o intolleranze usato nella fabbricazione o nella preparazione di un alimento e ancora presente nel prodotto finito, anche se in forma alterata” debba obbligatoriamente essere indicato in etichetta. Inoltre, l’art. 44 stabilisce che le indicazioni di cui all’art. 9, p.1, lettera c è obbligatoria.

Per quanto riguarda la ricerca del glutine, il Piano allergeni è strettamente correlato, in termini di prevenzione, con il programma integrato celiachia posto in essere dal Dipartimento ASOE in un’ottica di tutela alimentare e sociale per i soggetti affetti da tale patologia.


Le analisi per il rilevamento degli allergeni sono state effettuate dal Laboratorio dell’IZS Sicilia “A. Mirri” sui campioni provenienti da tutto il territorio regionale:

  • La programmazione dell’attività di campionamento è stata, tra l’altro, mirata al controllo dei solfiti, il cui uso non è consentito per le carni ed è consentito, entro i limiti di legge, per i prodotti della pesca;
  • sono stati ricercati a livello regionale tutti gli allergeni oggetto del controllo ufficiale;
  • nel corso dell’attività ispettiva sono stati effettuati anche i relativi controlli documentali e di identità.

 


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 23 luglio 2019

Tag associati a questa pagina: Alimenti di origine animaleAlimenti di origine non animaleSicurezza alimentare


Condividi:

  • Facebook