Sei in: Home > 5. Obiettivi del PNI e conclusioni > 5b - Sanità animale > Malattia di Aujeszky - Piano nazionale di controllo

Malattia di Aujeszky - Piano nazionale di controllo

FONTE: Ministero della Salute

Piano nazionale di controllo per la Malattia di Aujeszky

Capitolo 5b. Analisi Critica e Conclusioni

Premesso che la peculiarità del sistema suinicolo italiano (ciclo di ingrasso più lungo rispetto a quanto attuato negli altri Stati membri) rappresenta un ostacolo ad eradicare la malattia dal nostro territorio, con le attività poste in essere dal 2011 insieme all’implementazione dell’anagrafe suina, si era attesa, così come avvenuto, una riduzione della prevalenza di malattia nelle regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto, che hanno raggiunto la qualifica di territorio indenne con vaccinazione, e nelle regioni Lombardia ed Emilia Romagna che hanno avviato piani di eradicazioni volti a raggiungere la medesima qualifica sanitaria.

I risultati favorevoli raggiunti hanno determinato l’avvio nel 2016 da proseguire nel 2017 della preparazione di piani di controllo e di eradicazione più restrittivi, decisione che è stata motivata in particolare dal fatto che la maggior parte dei paesi europei ha raggiunto lo status sanitario d’indennità per MA e, in caso di difficoltà da parte dell’Italia nell’ottenere analoga qualifica, il comparto produttivo suinicolo potrebbe subire significative penalizzazioni.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 30 giugno 2017


Condividi:

  • Facebook