Sei in: Home > 3. Provvedimenti > 3b - Laboratori nazionali di riferimento > Zoonosi (Salmonella) - IZS delle Venezie

Zoonosi (Salmonella) - IZS delle Venezie

FONTE: Laboratori Nazionali di Riferimento (LNR)

Laboratorio Nazionale di Riferimento per le Zoonosi (Salmonella)
IZS delle Venezie

Nel 2016 sono stati svolti 4 circuiti interlaboratorio:

  • Isolamento e Identificazione di Salmonella spp. Edizione Laboratori privati SA3 -16
  • Isolamento e Identificazione di Salmonella spp. IIZZSS
  • Sierotipizzazione di Salmonella spp. Edizione SA1 -16
  • Sierotipizzazione di Salmonella spp.  Edizione SA2 -16


Tabella 1

L’organizzazione di questa tipologia di circuito interlaboratorio richiede numerose risorse sia in termini di gestione dei laboratori partecipanti sia in termini di allestimento del materiale, che necessita della disponibilità di personale con esperienza.

Particolarmente critico è il reperimento del materiale di riferimento in quanto non sempre vi è disponibilità di quantità sufficiente di materiale selezionato nei tempi previsti; questa criticità si ritiene non superabile al momento in quanto è vincolata da scelte del produttore non influenzabili dal richiedente.

Complessivamente è stato possibile realizzare il circuito per tutti i laboratori che ne hanno fatto richiesta, e quindi per un numero superiore rispetto a quanto inizialmente programmato/dichiarato (pari a 30); dei quattro laboratori che non hanno garantito una performance soddisfacente, due hanno identificato e superato le criticità riscontrate ottenendo soddisfacenti risultati nel circuito di follow-up.

Questo circuito è fondamentale per permettere l’aggiornamento della lista dei laboratori privati autorizzati ad effettuare le analisi nell’ambito del Piano Nazionale di Controllo delle Salmonellosi negli avicoli, come da allegato 6 del piano stesso.


Tabella 2

L’impegno in termini di risorse e personale sono sovrapponibili a quanto riportato per il circuito denominato SA3. Anche in questo caso è stato comunque possibile assicurare la partecipazione di tutti i laboratori iscritti, nonostante il numero eccedente a quanto programmato e dichiarato (pari a 30).

Diversi laboratori partecipanti ed il LRN stesso hanno evidenziato la presenza di materiale di riferimento certificato (dischetti) non integri (rotti o frantumanti). Tale criticità non ha inficiato il test. Una indagine è stata svolta per identificare la causa di tale criticità insieme all’azienda distributrice (Sigma-Aldrich) e l’ipotesi più plausibile è che possano essersi verificati dei problemi durante il trasporto dall’azienda produttrice al CRNS, ma tale ipotesi non è stata confermata.

Tale criticità potrebbe essere risolta utilizzando dischetti diversi da quelli usati fino ad oggi; il LRN valuterà tale possibilità per le prossime edizioni.

Alcuni laboratori hanno inoltre segnalato criticità relative al sistema di gestione delle partecipazioni AQUAWEB; tali criticità sono state segnalate e saranno oggetto di maggiore attenzione nelle future edizioni. Il livello di sensibilità e specificità è risultato per questa edizione del circuito particolarmente elevato. Tutti i laboratori hanno raggiunto un ottimo livello di performance.


Tabella 3

Il circuito in oggetto permette di valutare nel tempo l’abilità dei laboratori partecipanti a sierotipizzare ceppi di Salmonella spp. La corretta identificazione dei ceppi è fondamentale per il monitoraggio della situazione epidemiologica e l’evidenziazione di situazioni emergenziali nonché per l’attribuzione delle fonti di infezione in caso di episodi di tossinfezione alimentare. Inoltre l’identificazione di alcuni sierotipi definiti rilevanti per la salute pubblica comporta conseguenze in termini di applicazione di misure restrittive e quindi la capacità di identificarli correttamente è essenziale.

Il circuito prevede di utilizzare ceppi stoccati e selezionati dal LRN. Non prevede particolari criticità in quanto non dipende dalla disponibilità di materiale da laboratori/ditte esterne.

Rispetto alle edizioni precedenti del circuito è stato utilizzato un nuovo criterio di valutazione delle performance dei partecipanti in linea con quanto proposto a livello europeo dal Centro di Referenza Comunitario. Complessivamente la performance ottenuta dai laboratori partecipanti è da considerarsi  soddisfacente, fatta eccezione per un laboratorio, che ha identificato in modo non corretto un ceppo appartenente ad un sierotipo rilevante e due ceppi appartenenti ad altri sierotipi. Per questo laboratorio è stato pianificato un circuito follow-up.

La maggior parte degli errori erano dovuti ad una non corretta identificazione degli antigeni ciliari, mentre molto raramente sono stati identificati problemi nell’identificazione della componente somatica.


Tabella 4

Il circuito in oggetto permette di valutare l’abilità dei laboratori partecipanti ad identificare correttamente sierotipi di Salmonella ritenuti rilevanti per la salute pubblica e per i quali, in caso di identificazione, è prevista l’applicazione di misure sanitarie restrittive. La capacità di identificare/escludere la presenza di tali sierotipi in campioni oggetto di indagine è quindi fondamentale per il potenziale impatto a livello di salute pubblica.

Il circuito prevede di utilizzare ceppi stoccati e selezionati dal LRN. Non prevede particolari criticità in quanto non dipende dalla disponibilità di materiale da laboratori/ditte esterne.

Rispetto alle edizioni precedenti del circuito è stato utilizzato un nuovo criterio di valutazione delle performance dei partecipanti in linea con quanto proposto a livello europeo dal Centro di Referenza Comunitario. Complessivamente la performance è risultata soddisfacente con una identificazione non corretta, da parte di un singolo partecipante, di un sierotipo per il quale tale metodo è mirato.


Data di pubblicazione: 30 giugno 2017

Tag associati a questa pagina: Sicurezza alimentareZoonosi


Condividi:

  • Facebook