Sei in: Home > 3. Provvedimenti > 3b - Laboratori nazionali di riferimento > Biotossine Marine - Fondazione Centro Ricerche Marine

Biotossine Marine - Fondazione Centro Ricerche Marine

FONTE: Laboratori Nazionali di Riferimento (LNR)

Laboratorio Nazionale di Riferimento per le biotossine marineLaboratorio Nazionale di Riferimento per le Biotossine Marine
Fondazione Centro Ricerche Marine

La Fondazione Centro Ricerche Marine, Laboratorio Nazionale di Riferimento per le Biotossine Marine, nel corso del 2016 ha organizzato le seguenti Prove Interlaboratorio:

  • per i 3 tipi di biotossine marine regolamentate,
  • con l’utilizzo di 4 metodiche ufficiali,
  • la distribuzione di 72 campioni di prova
  • ed il coinvolgimento di 17 Laboratori Ufficiali (elencati in Tab.1).
  1. Biotossine marine idrosolubili del tipo Paralytic Shellfish Poisoning (PSP)
    • 1 circuito interlaboratorio per le biotossine marine idrosolubili del tipo PSP con il metodo biologico, metodo di riferimento, con la distribuzione a 10 Laboratori Ufficiali (compreso il LNR) di n° 2 campioni di omogenato di molluschi così denominati: CRM/P/16/01 e CRM/P/16/02.
      Tutti i Laboratori hanno eseguito l’esercizio di intercalibrazione e restituito i risultati;
    • 1  circuito interlaboratorio per le biotossine marine idrosolubili del tipo PSP con il metodo chimico in cromatografia liquida ad alta prestazione accoppiata alla fluorescenza (HPLC-FL), metodo alternativo, con la distribuzione a 4 Laboratori Ufficiali (compreso il LNR) di n° 3 campioni di omogenato di molluschi, così denominati: CRM/P/16/02, CRM/P/16/03 e CRM/P/16/04.
      Soltanto 2 di questi Laboratori hanno effettuato l’esercizio di intercalibrazione e restituito i risultati analitici;
  2. Biotossine marine idrosolubili del tipo Amnesic Shellfish Poisoning (ASP)
    • 1  circuito interlaboratorio per le biotossine marine idrosolubili del tipo ASP con il metodo chimico in cromatografia liquida ad alta prestazione accoppiata alla rivelazione UV visibile (HPLC-UV), metodo di riferimento, con la distribuzione a 10 Laboratori Ufficiali (compreso il LNR) di n° 2 campioni di omogenato di molluschi, così denominati: CRM/A/16/01 e CRM/A/16/02.
      Tutti i Laboratori hanno eseguito l’esercizio di intercalibrazione e restituito i risultati.
  3. Biotossine marine liposolubili
    • 1 circuito interlaboratorio per le biotossine marine liposolubili con il metodo chimico in cromatografia liquida accoppiata alla spettrometria di massa (LC-MS/MS), metodo di riferimento, con la distribuzione a 10 Laboratori Ufficiali (compreso il LNR) di n° 2 campioni di omogenato di molluschi, così denominati CRM/L/16/01 e CRM/L/16/02.
      Tutti i Laboratori hanno eseguito l’esercizio di intercalibrazione e restituito i risultati.


Nel mese di ottobre 2016 i campioni sono stati distribuiti ai Laboratori Ufficiali che hanno restituito i risultati ottenuti entro la data di scadenza richiesta e comunque non oltre il 19 dicembre 2016.

Tabella 1: Laboratori Ufficiali partecipanti
Tabella 1


I risultati, una volta elaborati, sono stati illustrati e discussi nell’ambito dell’incontro annuale dei Laboratori Ufficiali ed inviati successivamente a ciascun Laboratorio partecipante.

L’esito dei circuiti inter-laboratorio  è da ritenersi globalmente soddisfacente in quanto:

  • per le biotossine marine idrosolubili del tipo PSP con il metodo biologico, tutti i Laboratori hanno conseguito risultati  “conformi”;
  • per le biotossine marine idrosolubili del tipo ASP con il metodo chimico (HPLC-UV), tutti i Laboratori hanno conseguito risultati di z-score “soddisfacenti”;
  • per le biotossine marine liposolubili con il metodo chimico in LC-MS/MS, 2 dei 10 Laboratori partecipanti hanno conseguito risultati di z-score “non soddisfacenti” per il primo campione e 4 dei 10 Laboratori partecipanti hanno conseguito risultati di z-score “non soddisfacenti” per il secondo campione.


Non è stato invece possibile valutare la prova per le biotossine marine idrosolubili del tipo PSP con il metodo chimico HPLC-FL, in quanto eseguita soltanto da 2 Laboratori.

Nella seguente tabella (Tab.2) viene riportato uno schema delle attività inerenti le prove interlaboratorio 2016 e i relativi risultati.

Tabella 2: Attività delle prove interlaboratorio e risultati - 2016
Tabella 2


Data di pubblicazione: 30 giugno 2017

Tag associati a questa pagina: Pesci, molluschi e crostaceiSicurezza alimentare


Condividi:

  • Facebook