Sei in: Home > 3. Provvedimenti > 3b - Importazioni e scambi > Depositi doganali (Direttiva 97/78/CE, artt. 12 e 13)

Depositi doganali (Direttiva 97/78/CE, artt. 12 e 13)

FONTE: Ministero della Salute

Depositi autorizzati ai sensi degli articoli 12 e 13 della Direttiva 97/78/CE

Capitolo 3b. Interventi per il miglioramento del sistema dei controlli

L’attività di controllo delle partite non conformi immagazzinate all’interno dei depositi doganali autorizzati (articoli 12 e 13 della Direttiva 97/78/CE) è armonizzata nell’Unione Europea. 

La corretta tracciabilità informatica delle movimentazioni delle partite non conformi è garantita dalla possibilità che il personale dei PIF competente che opera presso il deposito, utilizzi una particolare utenza TRACES (SLVU) per acquisire direttamente le informazioni sulle partite in arrivo al deposito ed emetta DVCE per frazioni di partite spedite dal deposito. Attualmente, tuttavia, non è prevista dalla Commissione Europea la gestione informatizzata dei certificati rilasciati dai veterinari che operano presso i depositi doganali per le partite non conformi destinate alle navi (certificati Allegati alla decisione 2000/571/CE).

Il sistema dei controlli sulle merci non conformi è stato rafforzato a seguito dell’effettuazione dei controlli interni di conformità da parte dei PIF responsabili dei suddetti depositi per la verifica del mantenimento dei requisiti delle strutture e per la conformità dei certificati sanitari rilasciati, con percentuali di controllo stabilite a livello centrale in funzione dell’attività svolta (n. DVCE/ certificati di cui alla decisione 2000/571/CE < 200 = 100%; da 200 a 500 = 50%; da 500 a 1000 = 25%; da 1000 a 2000 = 15%; > 2000 = 5%).

Inoltre, in relazione all’attività svolta presso i depositi, sono state portate all’attenzione della Commissione Europea alcune problematiche al fine di trovare opportune soluzioni per migliorare ulteriormente il sistema dei controlli. In particolare, le difficoltà segnalate hanno riguardato: l’impossibilità da parte dell’operatore responsabile del deposito di poter prenotificare attraverso il sistema TRACES le partite in uscita e il non completo utilizzo del suddetto sistema informativo da parte delle Autorità competenti di destinazione per confermare l’arrivo a destino delle partite non conformi.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 30 giugno 2017


Condividi:

  • Facebook