Sei in: Home > 3. Provvedimenti > 3b - Alimenti > Alimenti particolari e novel food

Alimenti particolari e novel food

FONTE: Ministero della Salute

Alimenti particolari e novel food

Capitolo 3b. Interventi per il miglioramento del sistema dei controlli

E’ continuato il progetto con Belgio e Francia per arrivare ad una lista comune di piante impiegabili negli integratori alimentari, materia non ancora armonizzata a livello europeo.

Sono state aggiornate le linee guida sulle vitamine, minerali e sostanze ad effetto nutritivo o fisiologico impiegabili negli integratori alimentari.

Sono state pubblicate le linee guida sulla tolleranza analitica applicabile in sede di controllo ufficiale alla dichiarazione dei nutrienti in etichetta.

E’ continuata la partecipazione al gruppo anticontraffazione dell’AIFA per il contrasto alla contraffazione dei prodotti presentati come “naturali”.

Nel 2016, inoltre, è entrato in vigore il Reg. (UE) 609/2013 che ha profondamente modificato il settore dell’alimentazione particolare eliminando la categoria dei prodotti dietetici. Tale regolamento non include nel suo campo di applicazione gli alimenti senza glutine e quelli senza lattosio, precedentemente considerati alimenti dietetici.

Per questo motivo sono state emanate apposite circolari per fornire chiarimenti sia agli organi di vigilanza sia agli operatori del settore alimentare.

E’ stato emanato il DM 17 maggio 2016 per mantenere la erogabilità degli alimenti senza glutine nel nuovo quadro normativo.

Infine, è stato emanato il DL 7 febbraio 2017, n. 27 che riporta la disciplina sanzionatoria per la violazione del regolamento (CE) n. 1924/2006 relativo alle indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 30 giugno 2017


Condividi:

  • Facebook