Sei in: Home > 3. Provvedimenti > 3b - Alimenti > Micotossine negli alimenti - Piano di controllo (Sicilia)

Micotossine negli alimenti - Piano di controllo (Sicilia)

FONTE: Regione Sicilia

Micotossine negli alimenti - Piano regionale di controllo

Capitolo 3b. Azioni per il miglioramento del sistema dei controlli

A seguito dell’analisi della rendicontazione delle attività presentata dalle AA.SS.PP. del territorio, emerge la necessità di aggiornamento normativo e tecnico per il personale preposto ai controlli (formazione interna per tecnici della prevenzione e veterinari dei servizi di igiene alimenti di origine animale). Alcuni servizi hanno realizzato attività di formazione interna, modificando l’organizzazione dei controlli ufficiali con individuazione di gruppi specifici dedicati a singole linee di attività. Altri servizi hanno predisposto un progetto 2016 – 2018 di miglioramento dell’efficacia dei controlli ufficiali mediante l’attuazione dei piani regionali di prelievo di alimenti di origine animale attraverso un adeguato utilizzo di risorse umane e strumentali. Sono state inoltre revisionate le procedure di C.U. come da conferenza permanente stato regioni (Accordo 7/2/2013, ASP RG).

Inoltre, nella considerazione che in talune realtà locali esiste un elevato numero di OSA per produzioni specifiche, alcuni servizi hanno ritenuto opportuno maggiorare il numero dei campioni da prelevare rispetto al numero previsto. Questo è accaduto per esempio per i caseifici, presenti in numero elevato nel territorio di competenza e caratterizzati dalla produzione/trasformazione di prodotti ritenuti ad alto rischio micotossine.

Nell’ambito delle attività per il miglioramento della collaborazione e del coordinamento tra le funzioni coinvolte, il Servizio 7 del Dipartimento A.S.O.E. ha garantito la collaborazione continua tra ACC e autorità territoriali competenti e laboratori. Per il nuovo assetto programmatorio 2015/2018 il Servizio ha definito un programma di comunicazione efficiente che garantisce il monitoraggio delle attività di controllo e del flusso informativo tra amministrazioni (AASSPP, Ministero della Salute, Assessorato alla Salute) e laboratorio (IZS Sicilia), attraverso strumenti di semplificazione (documentazione con format di rendicontazione predisposti). Inoltre si sottolinea come, attraverso mezzi telefonici e di posta elettronica, l’Autorità Regionale sia in continua connessione con le autorità locali. Nel corso dell’anno 2017 saranno attivati percorsi formativi in collaborazione con il CEFPAS (Centro Regionale di Formazione Permanente per il Personale Sanitario) di Caltanissetta.

Intensificazione ocratossina A per il 2017 - Con nota DGISAN 5923/2017 il Ministero ha trasmesso la richiesta della Commissione europea di collaborare alla raccolta di dati sull’ocratossina A derivanti dal campionamento di alcuni alimenti non inclusi del Reg. CE 1881/2006. La finalità è di natura conoscitiva, al fine di poter definire, in un secondo momento, i limiti massimi di micotossina nell’alimento. Pertanto, dopo un’indagine preliminare sulla disponibilità, presso il laboratorio dell’IZS Sicilia, di prove accreditate per la ricerca dell’ocratossina A su matrici diverse da quelle attualmente previste dal piano nazionale, questo Servizio intende programmare, presumibilmente a partire dell’annualità 2017 – secondo semestre, un’intensificazione dei controlli, includendo nel piano di campionamento le seguenti matrici alimentari: spezie (alcune già previste), frutta secca, frutta essiccata, semi oleosi, pistacchi, in modo da poter contribuire, con la trasmissione dei dati risultanti, alla definizione dei limiti massimi per l’ocratossina A nei suddetti alimenti. Nel futuro si provvederà a coprire, nella programmazione, anche la matrice biologica “frattaglie edibili di maiale”, non appena sarà resa disponibile la prova accreditata.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 30 giugno 2017


Condividi:

  • Facebook