Sei in: Home > 3. Provvedimenti > 3a - Sanità animale > Brucellosi - Piani nazionali di controllo

Brucellosi - Piani nazionali di controllo

FONTE: Ministero della Salute

Brucellosi - Piani nazionali di controllo

Capitolo 3a. Azioni Correttive

Le azioni correttive intraprese dalle autorità territorialmente competenti delle regioni italiane non ancora Ufficialmente Indenni invece, consistono nella individuazione e macellazione degli animali positivi allo scopo di estinguere al più presto il focolaio di infezione; in tabella 3a.1, 3a.2 e 3a.3  sono indicate in dettaglio gli abbattimenti effettuati dalle varie regioni per le operazioni di risanamento del patrimonio bovino-bufalino e ovi-caprino.

Come si evince dalla Tabella 3a.1, in Sicilia e Puglia e Campania erano positivi alla brucellosi, nel 2016, 2449 bovini e ne sono stati abbattuti 2803 nel corso dell’anno.

Tabella 3a.1: Numero di bovini controllati e abbattuti nelle regioni con più alta prevalenza di brucellosi bovina - anno 2016
Tabella 3a.1

Mentre dalla Tabella 3a.2, si ricava che in Sicilia nel 2016 sono risultati positivi alla brucellosi 13.166 ovi-caprini e ne sono stati abbattuti 13529.

Tabella 3a.2: numero di ovi-caprini controllati e abbattuti nelle regioni con più alta prevalenza di brucellosi ovi-caprina - anno 2016
Tabella 3a.2

Tabella 3a.3: numero di bufali controllati e abbattuti nella Regione con un maggior numero di aziende bufaline
Tabella 3a.3


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 30 giugno 2017


Condividi:

  • Facebook