Sei in: Home > 1. Attività svolta > Alimenti > Radioattività in matrici alimentari - Piano regionale di controllo (Abruzzo)

Radioattività in matrici alimentari - Piano regionale di controllo (Abruzzo)

FONTE: Regione Abruzzo

Piano regionale di controllo radioattività da matrici alimentari

Capitolo 1. Attività svolta

Gli obiettivi del piano sono quelli di tutelare la sanità pubblica, monitorando la situazione della contaminazione di tipo fisico (radioattività) degli alimenti e dell’ambiente (fallout atmosferico, pioggia).

Per l’anno 2016 sono stati effettuati, da parte dei Servizi ASL competenti (SIAN e Servizi Veterinari) campionamenti di diversi alimenti (TAB.1A e 1B), mentre l’Agenzia Regionale per la Tutela dell’Ambiente e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise hanno svolto le relative analisi.

Sono stati ricercati i seguenti isotopi: Cs-134, Cs-137, I-131, K-40, Be-7, tramite spettrometria gamma (nell’acqua potabile, invece, T-alfa, T-beta, CO-60, CS-134, CS-137, I-131, AM-241, U-235, Ra-226, Pb-210, K-40). Per quanto riguarda le matrici analizzate sono riportate nella tabella successiva.

TABELLE 1A,1B: matrici alimentari campionate anno 2016

Tabella 1A
Tabella1A

Tabella 1B
Tabella 1B

Grafico 1: Distribuzione temporale campionamenti matrici alimentari anno 2016 (per mese)
Grafico 1

Contestualmente, sulla base del piano regionale, l’ARTA ha svolto campionamenti su acqua potabile (due campionamenti annuali per Provincia, da rete di distribuzione), fallout totale e particolato giornaliero (TAB.2).

Tabella 2: Prelievi di campioni effettuati dall’ARTA
Tabella 2

Inoltre l’Arta ha effettuato anche 8 campionamenti di acque superficiali, 4 di sedimenti marino lacustri.

I campioni esaminati, prelevati nelle diverse province, hanno mostrato tutti valori conformi e che dimostrano come i livelli di radioattività nella Regione Abruzzo siano sostanzialmente nella norma.

Non sono state intraprese azioni correttive non essendo state rilevate positività.

Lo strumento programmatorio, per l’anno 2017, è stato inviato alle ASL/Laboratori ufficiali di analisi contestualmente alla programmazione annuale dei controlli in “Sanità Veterinaria e Sicurezza Alimentare” con determinazione dirigenziale n.DPF011/233 del 30-12-2016.

Rispetto all’anno 2015 sono diminuiti sia i controlli sulle matrici alimentari sia i campionamenti sulle matrici ambientali (particolato atmosferico).

Grafico 2: Numero di campionamenti anni 2015-2016
Grafico 2

Complessivamente il piano ha raggiunto gli obiettivi prefissati, garantendo un monitoraggio complessivo della situazione regionale.



Data di pubblicazione: 30 giugno 2017

Tag associati a questa pagina: Alimenti di origine animaleAlimenti di origine non animaleSicurezza alimentare


Condividi:

  • Facebook