Sei in: Home > 5. Obiettivi del PNI e conclusioni > 5b - Sottoprodotti > Sottoprodotti di origine animale - Controlli ufficiali

Sottoprodotti di origine animale - Controlli ufficiali

FONTE: Ministero della Salute

Sottoprodotti di origine animale - Controlli ufficiali sugli stabilimenti riconosciuti ai sensi del Reg (CE) 1069/2009 e controlli relativi alla rimozione di Materiale Specifico a Rischio (MSR)

Capitolo 5b. Analisi Critica e Conclusioni

La disponibilità del sistema SINTESI per la creazione degli elenchi ufficiali nazionali degli Operatori sia soggetti a riconoscimento che a registrazione ha sicuramente facilitato ed uniformato la gestione delle anagrafiche del settore, garantendo una buona base di partenza anche per la gestione dei controlli ufficiali. Queste attività sono pianificate annualmente sulla base della categorizzazione del rischio delle Imprese e, in molte Regioni, sono rendicontate a livello territoriale (trasmissione dalla ASL alla Regione) tramite il sistema informativo regionale. Tale procedura potrebbe essere utilmente adottata anche a livello di Autorità Centrale per raccogliere le informazioni sui controlli ufficiali dal territorio: estrarre i controlli, le procedure esaminate e i loro esiti (non conformità).

Prendendo a confronto l’andamento della situazione sanitaria in merito al settore dei sottoprodotti dal 2010 al 2015 si evidenzia un aumento dell’attività di controllo ufficiale, quasi raddoppiata nel 2015 rispetto al 2010, grazie ad una maggior sensibilizzazione realizzata sul territorio attraverso corsi di formazione per il personale incaricato dei controlli e attraverso le molte circolari regionali e ministeriali che hanno interessato le diverse attività produttive nella sfera di competenza del reg. (CE) 1069/2009.  

Anche la partecipazione degli operatori commerciali e delle associazioni di categoria ai suddetti corsi è stata di ausilio a migliorare determinate condotte, producendo non conformità lievi, risolte favorevolmente a seguito delle prescrizioni impartite.

Complessivamente, da una prima valutazione dei dati inviati dalle Regioni, non risultano particolari criticità a carico del settore dei sottoprodotti di origine animale: l’azione di controllo sul territorio regionale è capillare e, sostanzialmente, uniforme.

I controlli sono stati eseguiti con attenzione e diligenza ed in maggior numero rispetto agli anni precedenti; la meticolosità prestata si evidenzia soprattutto nelle non conformità evidenziate, che si rilevano in numero superiore.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 30 giugno 2016


Condividi:

  • Facebook