Sei in: Home > 3. Provvedimenti > 3b - Importazioni e scambi > Alimenti di origine animale - Controlli veterinari a seguito di scambi intracomunitari

Alimenti di origine animale - Controlli veterinari a seguito di scambi intracomunitari

FONTE: Ministero della Salute

Scambi intracomunitari prodotti di origine animale - Controlli veterinari

Capitolo 3b. Interventi per il miglioramento del sistema dei controlli

In Italia si è confermata l’utilità di gestire le informazioni relative agli scambi intracomunitari, oltre che con il sistema informativo comunitario TRACES (TRAde Control and Expert System) utilizzato per la gestione degli scambi intracomunitari di animali vivi e di alcuni prodotti di origine animale, anche con il sistema Nazionale SINTESIS (modulo UVAC), che costituisce il punto di riferimento principale per la registrazione e la convenzione degli operatori e per la registrazione delle partite di prodotti di origine animale destinati al consumo umano di provenienza intracomunitaria. Il continuo aggiornamento del sistema Nazionale SINTESIS, iniziato nel 2011, ha consentito di semplificare gli adempimenti amministrativi da parte delle imprese verso gli uffici UVAC,  nonché verso le Aziende Sanitarie Locali (ASL), rispettando i principi previsti dal Codice dell’Amministrazione Digitale (dlgs. 82/2005 e s.m.i) e di proiettare il sistema verso futuri sviluppi di interoperabilità e cooperazione con altri sistemi nazionali e comunitari.

Nel 2015 circa il 94,2% delle prenotifiche ( + 1,2% rispetto l’anno 2014) sono state effettuate dagli operatori attraverso l’inserimento in SINTESIS delle partite oggetto di scambi intracomunitari.

Questo anche grazie all’attività degli UVAC ai quali sono stati assegnati specifici obbiettivi di struttura  per  assicurare:

  • la verifica di conformità e attendibilità dei dati raccolti nei sistemi informativi. Tale verifica si realizza attraverso un sistema di controlli incrociati tra i dati presenti nel sistema informativo nazionale SINTESIS e quelli presenti nel sistema informativo TRACES (Trade Control and Espert System),
  • la verifica dell’adeguato utilizzo delle nuove funzionalità del sistema informativo SINTESIS da parte degli operatori e dei Servizi veterinari delle AASSLL del territorio di competenza. L’accertamento di tale obbiettivo è effettato comparando le richieste di assistenza ricevute e quelle realizzate,
  • la valutazione, interna all’UVAC, della conformità delle prenotifiche delle merci in arrivo negli scambi intracomunitari. Tale valutazione è effettuata attraverso un monitoraggio interno tra il numero dei controlli effettuati sui controlli disposti,
  • l’efficace attuazione della programmazione dei controlli negli scambi intracomunitari affidati alle ASL del territorio di competenza. La verifica di tale obbiettivo è effettuata attraverso la comparazione tra i controlli disposti dalle ASL e i controlli programmati dagli UVAC,
  • lo svolgimento di attività di formazione/informazione, sia a beneficio delle autorità competenti, sia rivolte ad operatori e/o associazioni di categoria.

Gli aggiornamenti del sistema nazionale SINTESIS rappresentano un importante traguardo, per la gestione sanitaria dei controlli negli scambi intracomunitari in quanto aumentano l’efficacia delle azioni per tracciare le merci nel settore veterinario. Nel 2015, in particolare, è stato pianificato lo sviluppo di una componente del sistema SINTESIS – Scambi, volta a consentire la gestione, da parte degli uffici UVAC, dei controlli negli scambi intracomunitari, successivi alle Allerta comunitarie. Questo permetterà agli UVAC di predisporre, in maniera più precisa e agevole un sistema di sorveglianza che scaturisce a seguito di un’Allerta su prodotti originari di Paesi UE. Inoltre, a tal fine, è stata adottata nel sistema SINTESIS la codifica delle categorie dei  rischi e pericoli disponibile nel sistema comunitario iRASFF.

Al riguardo, un’altra novità che verrà introdotta sarà la costituzione dell’anagrafica degli stabilimenti UE riconosciuti conformemente al Reg. 853/2004, inizialmente precostituita dalle Autorità centrali e successivamente alimentata e aggiornata dagli UVAC, sulla base degli elenchi ufficiali di ciascun Paese.   

Lo sviluppo e l’aggiornamento di tale sistema proseguirà anche in futuro per rispondere sempre meglio al raggiungimento degli obbiettivi sanitari che sono alla base della sua istituzione. Se si considera, inoltre, che, al momento, la Commissione europea non è orientata ad estendere l’utilizzo di TRACES alla registrazione dei dati riguardanti gli scambi di prodotti di origine animale, si comprende come la maggior parte dei dati continuerà ad essere gestita in futuro unicamente dal  sistema nazionale SINTESIS.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 30 giugno 2016


Condividi:

  • Facebook