Sei in: Home > 3. Provvedimenti > 3b - Importazioni e scambi > Importazioni - Controlli alle frontiere svolti dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Importazioni - Controlli alle frontiere svolti dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

FONTE: Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Controlli alle frontiere svolti dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Capitolo 3b. Interventi per il miglioramento del sistema dei controlli

L’Agenzia delle dogane e dei monopoli presta una particolare attenzione alla crescita e alla qualificazione professionale del personale doganale, per mezzo dell’erogazione della formazione prevista dal relativo Piano, assicurando la partecipazione dei dipendenti a corsi interni/esterni di carattere specialistico.

Alla tematica dell’importazione dei prodotti di origine animale a seguito passeggeri nonché delle proibizioni e restrizioni all’importazione (ivi comprese quelle di carattere veterinario e sanitario) l’Agenzia ha dedicato un’apposita sezione nell’ambito del Corso di formazione “I controlli doganali”, destinato a funzionari doganali, tenutosi a Genova, Palermo, Bologna, Bari, Roma, Milano, Napoli e Venezia tra i mesi di Giugno e ottobre 2015.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Nel quadro della collaborazione tra l’Agenzia delle dogane e dei Monopoli e Ministero della Salute, tenuto conto del potenziale ed elevato rischio per la salute pubblica, sono state diramate agli uffici delle dogane una serie di istruzioni operative (come ad es. le misure per la prevenzione dell’introduzione del virus nell’Unione Europea per afta epizootica in Marocco e Libia, a seguito dell’entrata in vigore della Decisione 2015/2217/UE).

L’Agenzia ha fornito il proprio supporto inoltre nel corso dello svolgimento di una visita ispettiva del Food Veterinary Office nel giugno 2015, presso i Posti d’Ispezione Frontaliera di Fiumicino Aeroporto, Livorno Porto e Genova Porto nonché presso i depositi “Adriana Logistics s.r.l.” di Forlì e “Civitavecchia Fruit & Forest Terminal s.p.a.” di Civitavecchia.
L’obiettivo dell’ispezione è stato di valutare il sistema dei controlli ufficiali sulle partite in transito e l’applicazione dei controlli rafforzati sui prodotti di origine animale importati.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 30 giugno 2016


Condividi:

  • Facebook