Sei in: Home > 3. Provvedimenti > 3b - Alimenti > Alimenti di origine animale e vegetale - Progetto regionale (Friuli V.G.)

Alimenti di origine animale e vegetale - Progetto regionale (Friuli V.G.)

FONTE: Regione Friuli Venezia Giulia

Progetto regionale Piccole Produzioni Locali (PPL) - Alimenti di origine animale e vegetale

Capitolo 3b. Interventi per il miglioramento del sistema dei controlli

Con Delibera 1624 dd. 6 agosto 2015, la Regione Friuli Venezia Giulia ha pubblicato il nuovo Regolamento per  la disciplina e l’esercizio delle Piccole Produzioni Locali degli alimenti di origine vegetale e animale: viene notevolmente ampliato il paniere dei prodotti, in quanto sono stati aggiunti le erbe officinali, le lumache e i sughi di lumaca ed è stato portato da 30 a 40 il numero di suini che si possono trasformare; inoltre viene concessa la possibilità di operare in forma associata e si apre il progetto anche a chi non è imprenditore agricolo. Queste modifiche tendono ad allargare il progetto al maggior numero possibile di soggetti  nell’ottica di aumentare l’occupazione ancorché giovanile.

Sono stati predisposti: Manuale di Buone Pratiche per i prodotti di origine vegetale, Manuale di Buone Pratiche per  pane e prodotti da forno.

Il gruppo di lavoro ha partecipato all’evento internazionale “Food East innovation - research and innovation forum 2015 - Verso la Carta di Milano: le eccellenze del Friuli Venezia Giulia e dell’Europa centro orientale per la sostenibilità in campo alimentare”, presentando in ambito internazionale metodi e risultati del progetto PPL FVG.

E’ stato descritto il Progetto nel Libro Bianco Food safety and security :”Le filiere fragili e il ruolo socio economico dei veterinari pubblici per la tutela sanitaria e commerciale delle produzioni locali”.

E’ stata mantenuta la collaborazione con l’Assessorato Regionale all’Agricoltura, l’Università, la Coldiretti,  le Fattorie Sociali, il Centro di Formazione Agricola Permanente

E’ stata attivata una stretta collaborazione con i comuni di Andreis e di Paluzza; sono stati inoltre coinvolti numerosi altri comuni.

Sono stati realizzati 6 corsi di formazione da 9 ore, per i prodotti a base di carne (Andreis, San Daniele, Udine, Carso, Pordenone, Paluzza).

Sono stati realizzati  4 corsi di formazione da 12 ore, per i prodotti vegetali, erbe officinali e prodotti da forno (Andreis, San Daniele, Paluzza, Udine).

Sono stati realizzati 4 corsi di formazione per il miele e i prodotti dell’alveare da 3 ore (Carso, Udine,San Daniele, Paluzza).

Sono stati realizzati 8 incontri di informazione con le Amministrazioni Locali (Andreis, Moruzzo, San Pietro al Natisone, Vito d’Asio, Chiusaforte, Tolmezzo, Paluzza, Tarvisio). A tal proposito si ricorda che inizialmente vengono organizzati incontri con le Amministrazioni Comunali ed in seguito, laddove si riscontri interesse da parte dei potenziali operatori, si organizzano i corsi di formazione.

E’ stato dato il contributo a due incontri “Nuove opportunità di business per i prodotti locali/internet of food and things” ad Amaro.

E’ stato aggiornato il sito regionale http://ppl.regione.fvg.it/  con implementazione del database delle aziende operanti sul territorio ed è stata gestita la comunicazione con gli utenti attraverso la casella di posta dedicata; tale strumento è stato altresì utilizzato per garantire l’uniformità di interpretazione della norma da parte dei diversi operatori dei servizi Veterinari e SIAN. A tal proposito sono stati attivati gruppi di lavoro  misti VET-SIAN interaziendali per l’effettuazione di sopralluoghi congiunti, inoltre sono stati rivisitati i parametri dei diversi corsi di formazione.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 30 giugno 2016


Condividi:

  • Facebook