Salta la testata inizio inizio
Ministero della Salute

Relazione Annuale al Piano Nazionale Integrato - 2013

Capitolo 5 - Analisi Critica e Conclusioni

Approfondimento - Obiettivo Operativo N. 5

Miglioramento dell’attività di controllo per la tutela del benessere animale durante l’allevamento, il trasporto e la macellazione e incentivazione della formazione degli operatori.

 

- Ministero della Salute -

Attività svolta

Nel 2013 è proseguita l’attuazione del Protocollo d’Intesa siglato nel 2011 tra il Ministero della Salute e la Polizia stradale ai fini del potenziamento dei controlli di legalità nel settore del trasporto internazionale degli animali. Nel corso di tale anno sono infatti stati programmati ed attuati dagli Uffici Veterinari per gli Adempimenti Comunitari (UVAC) del Ministero della Salute 102 controlli congiunti con la Polizia Stradale.

Per quanto riguarda la formazione sulla protezione degli animali durante il trasporto, è stato espletato il corso FAD organizzato dal Ministero della Salute in collaborazione con la Federazione Nazionale degli Ordini Veterinari (FNOVI) , rivolto a veterinari pubblici e privati al fine di fornire adeguati approfondimenti normativi ed indicazioni pratiche per l’esecuzione dei controlli nello specifico settore del trasporto animale e che ha visto la partecipazione di oltre mille medici veterinari. Inoltre, è stato pianificato dal Ministero della Salute un corso di formazione accreditato ai fini ECM e destinato ai Veterinari Uvac delegati ai controlli sulla protezione degli animali durante il trasporto, che dovrà essere progettato e sviluppato dal Centro di Referenza Nazionale per il Benessere Animale.    

In collaborazione con l’Istituto Zooprofilattico di Teramo è stato dato supporto alle Regioni per l’implementazione dell’anagrafe nazionale dei trasportatori e dei mezzi di trasporto autorizzati per lunghi viaggi di animali vivi, realizzata nel 2011 nell’ambito del sistema informativo nazionale SINVSA-VETINFO.

Per quanto riguarda la protezione degli animali in allevamento, nell’anno 2013 è stata programmata ed attuata una intensa attività di controllo sugli allevamenti di galline ovaiole che utilizzavano gabbie “non modificate” (d. lgs 267/03) al fine di mettere al bando tali tipi di gabbie, il cui utilizzo si è protratto oltre il tempo massimo consentito del 1 gennaio 2012 dalla normativa comunitaria. Pertanto, a seguito di questi controlli ufficiali, allo stato attuale, tutti gli allevamenti di galline ovaiole sono adeguati alla normativa vigente. Tale adeguamento è stato inoltre facilitato dalla modifica dell’apparato sanzionatorio del d. lgs 267/03 effettuata con Legge 6 agosto 2013, n. 97.

Inoltre, per la protezione dei polli allevati per la produzione di carne, è stato pubblicato il Decreto Ministeriale 4 febbraio 2013 relativo a “disposizioni attuative in materia di protezione dei polli allevati per la produzione di carne, ai sensi degli articoli 3,4,6 e 8 del d. lgs 181/10” e sono state emanate con il Piano nazionale benessere animale, le linee guida e le check-list per i controlli ufficiali. Tali documenti hanno definito  le responsabilità e i doveri di chi alleva polli da carne e  garantito l’uniformità dei controlli sul territorio nazionale.

Anche nel 2013 è proseguita l’attività di formazione degli allevatori grazie alla collaborazione tra l’Associazione Italiana Allevatori e l’ I.Z.S. della Lombardia e dell’Emilia Romagna; al 31.12 2013 è stata realizzata la formazione di circa 12.300 allevatori con percentuali significative di partecipazione in Campania, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna.

Per quanto riguarda la protezione degli animali durante la macellazione, con l’entrata in vigore del nuovo Regolamento (CE) N. 1099/2009, nel corso del  2013 è stata organizzata un’intensa attività di formazione rivolta ai medici veterinari delle Regioni e delle Province Autonome, delle Aziende Sanitarie Locali e degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali che a cascata hanno formato anche gli operatori del settore alimentare (OSA). Oltre a ciò è stata organizzata una formazione specifica per tutti i  Servizi Veterinari del Sistema Sanitario Nazionale, sulle operazioni di abbattimento degli animali in allevamento in corso di malattie infettive e diffusive.

Con l’istituzione di un tavolo tecnico presso il Ministero della Salute sono state elaborate linee guida preliminari sull’applicazione delle disposizioni del nuovo regolamento.

Inoltre in data 20 novembre 2013 è stato pubblicato il decreto legislativo n.131, relativo alla disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni del regolamento CE 1099/2009.

Infine, sulla base dell’obbligo stabilito dal Regolamento 1099/2009 da parte degli operatori del settore alimentare di possedere un certificato d’idoneità da acquisire attraverso un percorso formativo, il Ministero della Salute ha istituito presso l’istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia una banca dati con lo scopo di uniformare e monitorare l’emissione di tali certificati a livello nazionale

Risultati conseguiti

Per quanto riguarda il settore dei controlli, sono stati conseguiti i seguenti risultati :

  • implementato  il Protocollo d’Intesa tra il Ministero della salute e la Polizia stradale;
  • implementata  l’Anagrafe nazionale dei trasportatori e dei mezzi di trasporto;
  • pubblicata la Legge 6 agosto 2013, n. 97 che con l’articolo 14 modifica l’articolo 7 (sanzioni) del d. lgs 267/03 “in materia di protezione delle galline ovaiole e registrazione dei relativi stabilimenti di allevamento”;
  • pubblicato il Decreto Ministeriale 4 febbraio 2013 “disposizioni attuative in materia di protezione dei polli allevati per la produzione di carne, ai sensi degli articoli 3,4,6 e 8 del d. lgs 181/10”;
  • emanato il Piano nazionale benessere animale 2013 recante linee guida e check-list per la protezione degli polli allevati per la produzione di carne;
  • diffuse le linee guida preliminari sull’applicazione del Regolamento CE 1099/2009;
  • pubblicato decreto legislativo n. 131 del 6 novembre 2013 sulla disciplina sanzionatoria del Regolamento (CE) N. 1099/2009;
  • istituita la banca dati sull’emissione dei certificati d’idoneità rilasciati agli operatori del settore alimentare ai sensi del Regolamento (CE) N. 1099/2009.

Per quanto riguarda la formazione/informazione erogata nel 2013 agli allevatori, agli operatori del settore della macellazione ed ai veterinari nel settore della protezione animale durante il trasporto e al momento della macellazione, si registra un significativo incremento del numero dei partecipanti ed miglioramento dell’offerta formativa sia da un punto di vista quantitativo che qualitativo.

Grado di raggiungimento dell’obiettivo

Si ritiene che le azioni intraprese nel corso del 2013 per la realizzazione dell’obiettivo ed i risultati globalmente conseguiti concludano in maniera soddisfacente la terza fase di attuazione dell’obiettivo. Gli strumenti tecnici, normativi e formativi messi in atto dal Ministero della salute nel corso del triennio 2011-2013, hanno contribuito ad implementare l’attività di controllo nei tre settori considerati del benessere animale.




‹‹‹ Capitolo precedente      -      Capitolo successivo ›››



Ministero della Salute - Centralino 06.5994.1 - Codice Fiscale 80242250589