Home / Anagrafe nazionale vaccini

Anagrafe nazionale vaccini


E’ attiva l’anagrafe nazionale vaccini istituita con Decreto del ministero della Salute 17 settembre 2018.

Obiettivo dell'anagrafe è garantire la corretta valutazione delle coperture vaccinali, utile sia a monitorare l’attuazione dei programmi vaccinali in atto su tutto il territorio nazionale, coerentemente con il calendario vaccinale nazionale vigente, sia a fornire informazioni agli organi nazionali, comunitari ed internazionali nell’ambito dello svolgimento di funzioni e compiti correlati alla tutela della salute, anche mediante l'elaborazione di indicatori a fini comparativi.

Con l’istituzione dell’Anagrafe vengono definite le informazioni che tutte le Regioni e Province Autonome devono fornire al ministero della Salute e, come previsto dal Decreto legge 7 giugno 2017, n. 73, sono registrati nella medesima Anagrafe i dati relativi a:

  • i soggetti vaccinati
  • i soggetti da sottoporre a vaccinazione
  • i soggetti immunizzati (art. 1, comma 2, Decreto legge 7 giugno 2017, n. 73)
  • i soggetti per i quali le vaccinazioni possono essere omesse o differite solo in caso di accertato pericolo per la salute (art. 1, comma 3, Decreto legge 7 giugno 2017, n. 73)
  • le dosi e i tempi di somministrazione delle vaccinazioni effettuate
  • gli eventuali effetti indesiderati.

Il decreto specifica, inoltre, le funzionalità che le anagrafi vaccinali regionali devono mettere a disposizione e, sulla base di quanto stabilito al Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale (PNPV) 2017-2019, individua il data set minimo di informazioni che le regioni devono trattare per la realizzazione delle anagrafi uniche a livello regionale, requisito indispensabile per la corretta alimentazione dell’Anagrafe nazionale vaccini.

Infine, per garantire l’aggiornamento delle anagrafi vaccinali regionali, l’Anagrafe nazionale vaccini mette a disposizione delle Regioni e Province Autonome le informazioni relative alle vaccinazioni effettuate in una regione o in una provincia autonoma diversa da quella di residenza, sia che si tratti di prestazioni occasionalmente effettuate al di fuori della propria residenza, sia nel caso di cambio di residenza in un’altra regione o provincia autonoma.

I dati dell’Anagrafe nazionale vaccini, realizzata nel rispetto della normativa vigente sulla privacy, possono essere diffusi solo in forma aggregata e anonima.

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il 1° ottobre 2019 è diventato operativo il decreto ministeriale 15 luglio 2019 che ripartisce i fondi a livello regionale per l’istituzione dell’Anagrafe.


Il sistema Anagrafe nazionale vaccini (Sistema AVN) si avvale dell'architettura di sicurezza del ministero della Salute che comprende, tra l’altro, un sistema di autenticazione e autorizzazione degli utenti. In particolare è prevista l'assegnazione di un utenza univoca da parte del ministero della Salute per ciascuno dei soggetti abilitati all'utilizzo di uno o più sistemi informativi.

I nuovi utenti, ossia gli utenti che non hanno già accesso ad altri sistemi informativi del Nuovo Sistema Informativo Sanitario (NSIS), devono effettuare la registrazione al sistema tramite il servizio di registrazione, indicando i propri dati anagrafici, comprensivi dell’indirizzo di posta elettronica.

Successivamente alla registrazione, per ottenere l’abilitazione all’utilizzo del sistema AVN è prevista una procedura di richiesta di Nuovo Profilo all'interno della sezione Gestione profilo personale.

Tale procedura deve essere seguita anche dagli utenti già censiti al NSIS per altri sistemi informativi. A seguito della verifica da parte dell'Amministratore di sicurezza, gli utenti saranno abilitati ad utilizzare anche il sistema Anagrafe nazionale vaccini.

Le istruzioni operative relative alla registrazione al sistema sono disponibili nel Manuale per la registrazione.


Le Specifiche funzionali del sistema Anagrafe nazionale vaccini (art. 2 comma 1 del Decreto ministero Salute 17 settembre 2018) riportano le indicazioni sulla trasmissione dei contenuti informativi.

La trasmissione dei dati all’anagrafe nazionale vaccini deve essere effettuata da parte delle Regioni e Province Autonome di Trento e di Bolzano in formato extensible marked language (xml), in base alle caratteristiche dei file xsd.

Le informazioni devono essere trasmesse, nei formati stabiliti, scegliendo fra tre modalità alternative:

  1. utilizzando le regole tecniche di cooperazione applicativa del Sistema Pubblico di Connettività (SPC)
  2. utilizzando i servizi applicativi che il Sistema mette a disposizione tramite il protocollo sicuro https e secondo le regole per l’autenticazione
  3. ricorrendo alla autenticazione bilaterale fra sistemi basata su certificati digitali emessi da un’autorità di certificazione ufficiale.

Nel documento Manuale Utente GAF sono disponibili le istruzioni per l'invio dei dati del Sistema AVN mediante l'accesso al sistema di Gestione e Accoglienza Flussi (sistema GAF).

 

DocumentoDescrizioneVersione
Specifiche funzionali del Sistema AVNSpecifiche tecniche del flusso informativo per l’alimentazione del sistema Anagrafe Nazionale Vaccini (Sistema AVN), secondo quanto stabilito dal disciplinare tecnico all. B al DM 17 settembre 2018versione 1.7 giugno 2019
Manuale utente GAFManuale utente con indicazioni relative alle operazioni di upload e monitoraggio elaborazioni file XML, trasmesse al sistema Anagrafe Nazionale Vacciniversione 2.0 aprile 2019
Sistema AVN -manuale di registrazioneManuale utente con indicazioni relative alla richiesta di profilo, all'interno del NSIS, al sistema Anagrafe Nazionale Vacciniversione 3.0 giugno 2019
Schema XSD -tracciato ASchema XSD del Tracciato A - informazioni di carattere anagraficodicembre 2018
Schema XSD -tracciato BSchema XSD del Tracciato B  - informazioni relative alle vaccinazioni somministratemarzo 2019
Schema XSD -tracciato CSchema XSD del Tracciato C - informazioni relative alle vaccinazioni non somministratedicembre 2018

 



Data di pubblicazione: 7 novembre 2018 , ultimo aggiornamento 2 ottobre 2019


Condividi




.