Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Influenza

La trasmissione interumana del virus dell’influenza si può verificare per via aerea attraverso le gocce di saliva di chi tossisce o starnutisce, ma anche per per via indiretta attraverso il contatto con mani contaminate dalle secrezioni respiratorie.

Per questo, una buona igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie può giocare un ruolo nel limitare la diffusione dell’influenza. Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) ha valutato le evidenze sulle misure di protezione personali (non-farmacologiche) utili per ridurre la trasmissione del virus dell’influenza e ha raccomandato le seguenti azioni:  

Lavaggio mani1. Lavaggio delle mani (in assenza di acqua, uso di gel alcolici) - Fortemente raccomandato




Buona igiene respiratoria2. Buona igiene respiratoria (coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, trattare i fazzoletti e lavarsi le mani) Raccomandato




Isolamento volontario3. Isolamento volontario a casa di delle persone con malattie respiratorie febbrili specie in fase iniziale - Raccomandato




Uso di mascherine4. Uso di mascherine da parte delle persone con sintomatologia influenzale, quando si trovano in ambienti sanitari (ospedali) - Raccomandato.



Tali misure si aggiungono a quelle basate sui presidi farmaceutici (vaccinazioni e uso di antivirali) e rappresentano l’intervento preventivo di prima scelta, una pratica riconosciuta, dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), tra le più efficaci per il controllo della diffusione delle infezioni anche negli ospedali.

Per approfondire consulta:


Data di pubblicazione: 12 dicembre 2007, ultimo aggiornamento 15 dicembre 2016

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area