Le Regioni e le Province autonome:

  1. predispongono piani di sorveglianza sul farmaco veterinario, sulla base di indicatori di rischio e di valutazioni di congruità dell’uso;
  2. coordinano le attività delle aziende sanitarie in dipendenza delle tipologie di allevamento e delle esigenze di tutela sanitaria esistenti sul territorio di competenza.

Le ASL nell’ambito delle loro competenze istituzionali vigilano costantemente sull’osservanza delle disposizioni relative alla prescrizione di medicinali veterinari, effettuano i controlli previsti dai relativi piano regionali di farmacosorveglianza e almeno una volta l’anno eseguono ispezioni presso gli operatori (grossisti, farmacie, impianti di cura, allevamenti) al fine del controllo della tenuta dei registri di carico e scarico e delle scorte.
 
I Carabinieri del NAS nell’ambito dell’attività di controllo sul farmaco veterinario agiscono :

  • d’iniziativa (distribuzione, dispensazione, impiego),
  • su richiesta del Ministero della Salute o dei reparti dell’Arma Territoriale
  • su delega dell’Autorità Giudiziaria - su denuncia o segnalazione da parte dei cittadini
  • a seguito di informazioni acquisite nel corso di attività di intelligenze

Data di pubblicazione: 21 agosto 2007

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area