Il Comitato nazionale per la protezione degli animali usati a fini scientifici è stato istituito con il decreto ministeriale 24 febbraio 2016 ai sensi dell'art. 38, d.lgs. 26/2014.

Il compito principale del Comitato è di fornire consulenza alle autorità competenti e agli Organismi preposti al benessere degli animali (OPBA) su tutte le questioni relative al recepimento in Italia, ai sensi del d.lgs. 26/2014, della Direttiva Comunitaria 63/2010. In particolare sulla tutela del benessere degli animali usati a fini scientifici ed educativi nelle sperimentazioni, nonché su quanto deriva dall'acquisizione, dall'allevamento, dalla sistemazione, dalla cura e dall'uso degli animali assicurando la condivisione delle migliori pratiche.

Il Comitato è istituito presso il ministero della Salute - Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari, che ne garantisce l'autonomia e ne assicura il coordinamento operativo, e le attività di segreteria.

Funzioni

Il Comitato, come da Regolamento, svolge le seguenti attività:

  • fornisce consulenza alle autorità competenti (pareri su proposte legislative, pareri scientifici, raccomandazioni per l'attuazione della normativa)
  • fornisce consulenza agli organismi preposti al benessere degli animali
  • provvede allo scambio delle informazioni con i comitati degli altri paesi dell'Unione Europea; in merito al funzionamento degli organismi preposti al benessere degli animali e alla valutazione del progetto (parere motivato e valutazione Tecnico Scientifica) condividendone le migliori pratiche
  • promuove la comunicazione con l'opinione pubblica
  • fornisce orientamenti su aspetti specifici nei settori dell'acquisizione, dell'allevamento, della sistemazione, della cura e dell'uso degli animali
  • promuove il principio delle 3R (Refinement, Reduction, Replacement)
  • divulga le buone pratiche di utilizzo degli animali per uso scientifico ed educativo
  • promuove i livelli di coerenza e coesione sulla cura e l'uso degli animali in relazione alle finalità e agli obiettivi della Direttiva
  • promuove la coerenza e l'uniformità dei criteri delle autorità competenti, in relazione alle finalità e agli obiettivi della Direttiva, nella valutazione dei progetti di ricerca
  • promuove azioni per l'armonizzazione dell'attività degli OPBA
  • incentiva l'interazione tra enti di ricerca, enti finanziatori e altri operatori del settore per armonizzare le tempistiche del percorso autorizzativo
  • fornisce consulenza sull'attuazione della normativa in materia di formazione, aggiornamento, istruzione del personale, nonché in materia di riconoscimento dei titoli minimi necessari per l'utilizzo degli animali
  • valuta e redige pareri e raccomandazioni sui temi di competenza
  • concede il patrocinio "culturale e morale" a manifestazioni ed iniziative in linea con le sue finalità istituzionali, il Comitato norma con apposito documento le attività connesse al decreto, secondo lo "Schema delle modalità per la concessione del Patrocinio Culturale e Morale da parte del Comitato Nazionale per la protezione degli animali usati a fini scientifici"
  • promuove attività culturali come ad esempio conferenze e seminari, atte ad incentivare la sensibilità verso gli scopi stessi del Comitato.

Composizione

Il Comitato è composto da otto membri, di cui uno in rappresentanza del ministero della Salute, due delle facoltà di medicina veterinaria, due delle facoltà di altre discipline scientifiche, uno dell’Istituto Superiore di Sanità, uno del Consiglio Nazionale delle ricerche, uno del Centro di referenza per i metodi alternativi benessere e cura degli animali da laboratorio dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna.

Componenti:

  • Presidente
    Dott. Rodolfo Nello Lorenzini

    Direttore del Centro Nazionale Sperimentazione e Benessere Animale dell’istituto superiore di sanità

  • Prof. Angelo Peli
    Rappresentante del Ministero della salute, Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna

  • Prof. Paolo De Girolamo
    Dipartimento di Medicina veterinaria e Produzioni animali, Università degli Studi di Napoli “Federico II”

  • Prof.ssa Annamaria Passantino
    Dipartimento di Scienze Veterinarie, Università degli studi di Messina

  • Prof. Maurizio Crestani
    Dipartimento di Scienze Farmacologiche e Biomolecolari, Università degli Studi di Milano

  • Prof.ssa Cristina Limatola
    Direttore Dipartimento di Fisiologia e Farmacologia “Vittorio Erspamer” della Sapienza Università di Roma

  • Dott. Marcello Raspa
    Rappresentante del Consiglio Nazionale delle ricerche

  • Dott. Giuseppe Merialdi
    Dirigente presso l’IZSLER, rappresentante del Centro di referenza nazionale per i metodi alternativi benessere e cura degli animali da laboratorio

Consulta i decreti di modifica della composizione del Comitato nella sezione normativa

Relazioni

Il Comitato redige, entro il 1° febbraio di ciascun anno di mandato, una relazione sui risultati della propria attività, riferita all'anno precedente e la pubblica sul portale del ministero della Salute:


Data di pubblicazione: 7 maggio 2019, ultimo aggiornamento 7 maggio 2019

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area