Il Ministero della Salute a settembre 2011 ha indetto il Bando di ricerca finalizzata e Giovani Ricercatori 2010 per invitare alla presentazione di progetti di ricerca clinico-assistenziale e biomedica, prevalentemente traslazionale, tutti gli operatori del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) .


Progetti presentati


I progetti presentati sono stati complessivamente 2.826 ripartiti in:

I Progetti per quanto attiene la tipologia di ricerca si sono così distribuiti:

  • Progetti Ricerca Biomedica N. 1.850
  • Progetti di Ricerca Clinico-Assistenziale N. 976


Progetti finanziati


L’elenco dei 295 progetti finanziabili è riportato nell' Elenco Finanziabili (pdf, 276 KB)


Risultano pertanto finanziati nelle diverse sezioni del Bando:

Sezione del BandoN° ProgettiFinanziamento
Progetti Cofinanziamento Indistriale19€ 3.927.440,00
Progetti Collaborazione Ricercatore Italiano all’Estero39€ 11.212.260,00
Progetti Giovani Ricercatori112 (di cui 4 Cofinanziati industria e 15 Estero)€ 32.276.820,00
Progetti Ricerca Finalizzata Ordinaria144€ 40.930.620,00
Progetti Ricerca Biomedica154 (di cui 8 Cofinanziati industria e 32 Estero)€ 48.706.960,00
Progetti Ricerca Clinico-Assistenziale141 (di cui 11 Cofinanziati industria e 7 Estero)€ 34.420.040,00

 

I progetti vincitori possono essere riportati in più di un elenco qualora soddisfino le specifiche previste per diverse aree di finanziamento, ma verranno finanziati solo una volta.

Sul portale ricerca (workflow) tutti i ricercatori che hanno presentato un progetto possono avere accesso con la propria password ai giudizi emessi dai valutatori e dalle “study session”. I documenti e i verbali delle valutazioni sono disponibili on line dal 16 giugno.




Processo di valutazione


Il Processo di valutazione e selezione dei progetti di ricerca finanziati dal Ministero della Salute si basa sul principio di netta separazione tra chi è chiamato a valutare i progetti e colui (l’amministrazione) che è chiamato a finanziare i progetti migliori, con una netta separazione di ruoli e competenze.

Il Processo di valutazione, quindi, dei 2.826 progetti presentati  si è svolto secondo le regole previste dalla Peer Review che ha coinvolto circa 430 scienziati valutatori dell’NIH-CSR statunitense che si sono classificati con lo stesso sistema di identificazione dell’area di expertise utilizzato dal P.I. - Principal Investigator durante la fase di presentazione delle domande. Così è stata possibile un'associazione automatica tra progetto e referee senza intervento da parte dell’Amministrazione.

Il sistema della Peer Review utilizzato ha previsto, che i progetti una volta valutati in modo anonimo ed indipendente dai  referee sono stati da questi riesaminati collegialmente con la finalità di giungere ad una valutazione e relativo punteggio finale concordata. Tale fase è stata denominata Face to face o F2F. I particolari del sistema di referaggio e del sistema di F2F sono riportati nel Manuale predisposto per i Referee (pdf)

Al termine della fase di referaggio si sono riunite le quattro Study Section: il Comitato di Valutazione dei Giovani Ricercatori, previsto dalla legge per tale tipo di progetti, il Gruppo di Consenso, e le due Study Section per i Progetti con collaborazione Ricercatore Italiano all’Estero e Progetti Cofinanziati con l’Industria previste dal Bando. Il Comitato di Valutazione GR ed il Gruppo di Consenso erano entrambe costituite da ricercatori italiani residenti da vari anni all’estero. Per le due Study Section Progetti Estero e Cofinanziati i componenti erano costituiti per il 50% da componenti della Commissione Nazionale Ricerca Sanitaria e per il restante 50% da ricercatori italiani residenti da vari anni all’estero.

Le Study section hanno analizzato tutti i progetti ed  in particolare i  progetti su cui i revisori non avevano raggiunto l’accordo e quindi riesaminato tutta l’attività di referaggio relativa ai progetti delle rispettive aree validando lo score finale di ogni progetto. Il resoconto di tale attività è riportato negli estratti dei verbali:

Le relative graduatorie sono risultate le seguenti:

Le graduatorie, la metodologia relativa alle attività per il sistema di valutazione e i criteri di riparto del finanziamento di seguito descritti sono stati approvati dalla Commissione Nazionale Ricerca Sanitaria nella seduta del 17 maggio 2012.

La Commissione Nazionale Ricerca Sanitaria ha escluso dal finanziamento 5 progetti in quanto non rispondenti ai criteri previsti dal Bando (vedi note 1, 2 e 3 richiamate nella graduatoria unica dei progetti)


Finanziamento

Finanziamento
Stanziamento85.627.000,00Progetti Erare ed Emida Eranet
Somme vincolate2.500.000,00
Somma disponibile83.127.000,00



Vincoli di destinazione previsti nella Legge e nel Bando
Vincoli per Istituzione22.000.000,00Irccs/Iss (quota minima)
2.000.000,00Izs
Vincoli per Tipologia30.627.000,00Giovani Ricercatori (quota minima)
3.000.000,00Sicurezza Alimentare
10.000.000,00Progetti con Ricercatore Italiano all’Estero (quota minima)
5.000.000,00Progetti con Cofinanziamento Indistriale (quota massima)

 

Quindi per rispettare il  finanziamento minimo per le aree previste dal bando è stata necessaria una procedura articolata per l’identificazione dei progetti da finanziare.

Inizialmente sono state allocate le risorse per i Progetti Estero e Cofinanziati. Tale procedura ha consentito il finanziamento di progetti con Score Massimo per i Progetti Estero di 7,0 (fatto salvo quanto di seguito indicato per i Progetti GR) e di 11,00 per i Progetti Cofinanziati

Successivamente sono state allocate le risorse per i Giovani Ricercatori tenendo in considerazione tutti i progetti Giovani Ricercatori (indipendentemente dalla sezione del Bando a cui hanno partecipato) che abbiano ottenuto uno score di 8,5.

Con i fondi residui, per la componente biomedica ed assistenziale, sono stati quindi identificati i progetti RF finanziabili e tenuto conto dei tagli successivamente descritti, sono state allocate risorse per i progetti RF ordinari Biomedici con score di 6,0 e per i progetti Clinico Assistenziali Ordinari (presentati sia in RF che GR) con score di 9,8

 Al fine di assicurare il finanziamento ad un maggior numero di progetti la Commissione Nazionale Ricerca Sanitaria, anche in considerazione del sovradimensionamento dei budget segnalato dalle Study Section finali, ha fissato un tetto massimo di finanziamento di 500.000 euro ed ha operato le seguenti decurtazione sui fondi richiesti (per i progetti con richieste superiori a 500.000 euro la base di partenza per le decurtazione risulta essere di 500.000 euro) in funzione della performance ottenuta in termini di punteggio.


Biomedici

  • inferiore a score 5 = 90% dei Fondi richiesti al Ministero
  • da 5,10 a 7,0  = 80 %dei Fondi richiesti al Ministero (per i progetti RF ordinari 70%)
  • da 7,00 a 8,00 = 70%dei Fondi richiesti al Ministero
  • da 8,10 in su= 60 %dei Fondi richiesti al Ministero

 Clinico Assistenziali (in considerazione dell’obbligo al Cofinanziamento Regionale)

  • fino a 6,00 pari al 45 % del costo totale del progetto e nel caso la richiesta sia inferiore pari al 90% della richiesta
  • da 6,01 a 7 pari al 42,50% del costo totale del progetto  e nel caso la richiesta sia inferiore pari al 85% della richiesta
  • da 7,1 a 8 pari al 40% del costo totale del progetto e nel caso la richiesta sia inferiore pari al 80% della richiesta
  • sopra  8,0  pari al 35% del costo totale del progetto e nel caso la richiesta sia inferiore pari al 70% della richiesta

Eventuali cifre residue, non utilizzabili per il finanziamento di altri progetti considerato l’elevato numero di progetti aventi uguale punteggio, sono state ridistribuite in funzione della graduatoria tra i progetti finanziabili.

 


Data di pubblicazione: 25 febbraio 2019, ultimo aggiornamento 25 febbraio 2019

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area