Il Programma per la Ricerca Sanitaria Finalizzata 2009 ha promosso la ricerca seguendo gli obiettivi previsti nel Piano Sanitario Nazionale, fondamentali per ottimizzare i principali settori del Servizio Sanitario Nazionale.
I Programmi riguardavano la ricerca finalizzata ordinaria su tematiche di notevole rilevanza sanitaria, nonché, la ricerca in tema di sicurezza sui luoghi di lavoro ed in tema di sicurezza alimentare. Le risorse ammontavano a circa 101.000.000 di euro.

Il Bando per la ricerca finalizzata 2009 è stato pubblicato il 5 febbraio 2010.

Per l'anno 2009 nel Bando per la ricerca finalizzata è stata inserita anche la Lettera di invito ai giovani ricercatori. Le due procedure, quella della ricerca finalizzata e quella concernente i giovani ricercatori, sono state, tuttavia, tenute distinte all'interno del Bando.

Sono definiti Progetti Giovani ricercatori quei progetti presentati dai ricercatori del SSN che hanno meno di 40 anni alla data di scadenza del bando, attraverso singoli Destinatari Istituzionali. Il ricercatore che ha il progetto finanziato è denominato "principal investigator", con il ruolo di decidere la destinazione dei fondi assegnati, coordinare il proprio gruppo di ricerca, pubblicare i risultati della ricerca e avere responsabilità decisionale autonoma e primaria nella scelta dei coautori includendo solo i collaboratori che hanno contribuito in modo sostanziale al lavoro.

Progetti finanziati


Per maggiore chiarezza i 3 settori di riserva hanno visto finanziati il seguente numero di progetti


SETTORE 1 Giovani Ricercatori – Ricerca Finalizzata ordinaria:

167 progetti per la Componente Ricerca finalizzata ordinaria

128 progetti per la componente Giovani Ricercatori

 

SETTORE 2 Area Clinico Asistsenziale-Biomedica

174 progetti per la componente Area clinico assistenziale

121 progetti per la componente Area biomedica

 

SETTORE 3 Tematiche Riservate

 21 progetti per la componente Malattie rare

16 progetti per la componente Cellule staminali

15 progetti per la componente IZS

12 progetti per la componente Sicurezza alimentare

10 progetti per la componente Sicurezza sui luoghi di lavoro

 

I progetti vincitori possono essere riportati in più di un elenco qualora soddisfino le specifiche previste per diverse aree di finanziamento, ma verranno finanziati solo una volta.



Processo di valutazione


Il processo di valutazione e selezione dei progetti di ricerca finanziati dal Minisitero della Salute si basa sul principio di netta separazione tra chi è chiamato a valutare i progetti e colui (l’amministrazione) che è chiamato a finanziare i progetti migliori, con una netta separazione di ruoli e competenze.

Il processo di valutazione, quindi, dei 2.755 progetti presentati si è svolto secondo le regole previste dalla Peer Review che ha coinvolto circa 685 scienziati valutatori dell’NIH-CSR statunitense che si sono classificati con lo stesso sistema di identificazione dell’area di expertise utilizzato dal P.I. - Principal Investigator durante la fase di presentazione delle domande. Così è stata possibile un'associazione automatica tra progetto e referee senza intervento da parte dell’amministrazione.

Il sistema della Peer Review utilizzato ha previsto nel 2009, per la prima volta, che i progetti una volta valutati in modo anonimo ed indipendente da almeno 3 referee fossero riesaminati collegialmente dagli stessi referee  che avevano valutato individualmente il progetto per consentire di giungere ad un accordo su un punteggio comune. Tale fase è stata denominata Face to face o F2F. I particolari del sistema di referaggio e del sistema di F2F sono riportati nel Manual of Review Procedure. Assignement and Evaluation Process (pdf, 2 MB)

Al termine della fase di referaggio si sono riunite le due Study Section: il Comitato di Valutazione dei Giovani Ricercatori, previsto dalla legge per tale tipo di progetti, e il Gruppo di Consenso, previsto dal Bando per i restanti progetti entrambe costituite da ricercatori italiani residenti da vari anni all’estero.

Le due Study section hanno analizzato in particolare i  progetti su cui i tre revisori non avevano raggiunto l’accordo e quindi riesaminato tutta l’attività di referaggio relativa ai progetti delle rispettive aree validando lo score finale di ogni progetto. Il resoconto di tale attività è riportato negli estratti dei verbali:

Le risultanze dell'attività delle due Study Section sono stati poi inseriti in un'unica graduatoria.
La graduatoria, la metodologia relativa alle attività per il sistema di valutazione e i criteri di riparto del finanziamento di seguito descritti sono stati approvati dalla Commissione Nazionale Ricerca Sanitaria nella seduta del 9 giugno 2011.



Finanziamento

Finanziamento
Stanziamento101.482.381,00Progetti Eranet ed Emida Eranet
Somme Vincolate2.000.000,00
Somma disponibile99.482.381,00


Vincoli di destinazione previsti nella Legge e nel Bando
Vincoli di Finanziamento49.741.190,50Biomedica
49.741.190,50Clinico assistenziale
Vincoli per Istituzione42.000.000,00Irccs/Iss
2.000.000,00Izs
Vincoli per Tipologia29.348.760,00Giovani Ricercatori
3.000.000,00Tulela dei luoghi di lavoro
3.000.000,00Cellule Staminali
2.000.000,00Malattie Rare
5.000.000,00Sicurezza Alimentare



Verifica raggiungimento dei vincoli
 Giovani RicercatoriTutela dei luoghi di lavoroCellule StaminaliMalattie RareSicurezza Alimentare 
IRCCS/ISSabcdeuguale a 42 mln
IZSabcdeuguale a 2 mln
Tutti D.I. (Regioni, IRCCS, ISS, Agenas, Ispesl)abcde 
 Somma BiomediciSomma BiomediciSomma BiomediciSomma BiomediciSomma Biomediciuguale a 49.741.190,50 mln
 Somma clinico assSomma clinico assSomma clinico assSomma clinico assSomma clinico assuguale a 49.741.190,50 mln
 non inferiore a 29.348.760 mlnnon inferiore a 3 mlnnon inferiore a 3 mlnnon inferiore a 2 mlnnon inferiore a 5 mln 

 

Al fine di assicurare il finanziamento ad un maggior numero di progetti si sono operate le seguenti decurtazione sui fondi richiesti

Biomedici:

  • inferiore a score 6 = 100% dei Fondi richiesti al Ministero
  • da 6,00 a 6,75 = 98% dei Fondi richiesti al Ministero
  • da 7,00 a 9,75 = 90% dei Fondi richiesti al Ministero
  • da 10,00 a 13.6 = 80% dei Fondi richiesti al Ministero
  • da 14,00 in su= 75% dei Fondi richiesti al Ministero

 Clinico Assistenziali (in considerazione dell’obbligo al Cofinanziamento Regionale)

  • fino a 9,00 pari al 50% del costo totale del progetto e nel caso la richiesta sia inferiore pari alla richiesta
  • da 9,01 a 10 pari al 47,50% del costo totale del progetto  (se richiesta inferiore pari alla richiesta fino a 9,25 sopra 95% della richiesta)
  • da 10 a 12,75 pari al 42,50% del costo totale del progetto (se richiesta inferiore pari al 95% della richiesta)
  • sopra  12,76 pari al 40% del costo totale del progetto ( se richiesta inferiore pari alla 90% della richiesta)

Partendo quindi dalla graduatoria unica in ordine di score sono stati considerati finanziabili i primi 75 progetti dei Giovani Ricercatori pari ai circa 30 milioni obbligatori per  legge.

Dopo tale fase si è proceduto a verificare la disponibilità finanziaria residua sulle due aree Biomedica e Clinico Assistenziale dopo la decurtazione del finanziamento dei 75 progetti sopra indicati (di cui 60 progetti Biomedici pari a 23.835.448 euro e 15 progetti clinico assistenziali pari a 4.665.355 euro).

Al termine di tale fase risultavano ancora disponibili per l’area Biomedica   25.905.742,50 euro e per l’Area Clinico Assistenziale  45.075.835,50 di euro

Si è quindi utilizzata la Graduatoria Unica in ordine di score per identificare i progetti finanziabili nell’ambito della capienza dei fondi per ogni singola Area.

Tale procedure ha quindi determinato che con  fondi disponibili  ordinari il limite di punteggio valido per accedere al finanziamento per i progetti di Biomedica  ordinari (e non afferenti ad area riservate) si è attestato sul valore di 7,84 mentre la riserva  dei Giovani Ricercatori ha consentito il finanziamento dell’area Biomedica fino  a 9,75 .

Per tutti  i progetti clinico assistenziali tale soglia ordinaria si è posizionata al valore di 13,75.

Successivamente si è verificato se risultavano soddisfatti i limiti minimi di finanziamento per le aree riservate.

E’ risultato che per IRCCS+ISS, Malattie rare, Cellule Staminali il finanziamento minimo era soddisfatto mentre per i progetti relativi alla Sicurezza alimentare e IZS e alla Sicurezza sui luoghi di lavoro è stato necessario recuperare progetti con valutazioni sopra il livello di cut-off sempre seguendo l’ordine di Graduatoria

Con questa procedura sono stati identificati 295 progetti finanziati la cui ripartizione per le aree di vincolo è stata la seguente:

 

AREAVincoli FinanziamentoFinanziatoN° Progetti
Giovani Ricercatori29.348.760,0041.282.467,59128
IRCCS+ISS42.000.000,0059.455.182,00170
Malattie Rare2.000.00,008.283.225,0021
Cellule Staminali3.000.000,005.672.943,0016
IZS2.000.000,006.901.627,0016
Sicurezza Alimentare5.000.000,005.000.185,0012
Sicurezza Luoghi di Lavoro3.000.000,003.037.998,0010
Area Biomedica49.741.190,5049.714.183,78121
Area Clinico-Assistenziale49.741.190,5049.712.287,56174
Regionin.p.30.307.165,00103



Data di pubblicazione: 25 febbraio 2019, ultimo aggiornamento 25 febbraio 2019

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area