La maggior parte degli incidenti domestici può essere evitata attraverso alcune modifiche nell’organizzazione della casa o semplici accorgimenti e precauzioni in generale e una maggior attenzione da parte dei genitori, in caso di incidenti ai più piccoli.

Per prevenire le cadute

Negli anziani un buon livello di attività fisica costituisce il principale fattore di protezione, migliorando, in particolare la capacità di equilibrio e di coordinamento dei movimenti. Utile, inoltre, secondo un principio di precauzione, mettere in sicurezza gli ambienti della casa utilizzando elementi antiscivolo (tappeti antisdrucciolo nelle vasche e nelle docce, sottotappeti antiscivolo) e di appoggio (corrimano nelle scale interne, maniglie per sorreggersi nella vasca e nella doccia), eliminando gli spigoli vivi e gli oggetti potenzialmente taglienti, nonché quelli potenzialmente causa di inciampo o scivolamento.
Per i bambini il rischio di caduta è massimo sotto l’anno di età in condizioni stazionarie: prima o poi il bambino imparerà a rotolarsi, a spingere i propri piedini contro qualcosa, a muoversi comunque, e lo farà in genere senza preavvisi e repentinamente.
La madre deve rendersi ben conto che il bambino va adeguatamente sorvegliato evitando di lasciarlo incustodito anche per brevi momenti. Sarà necessario controllarlo quando si trovi, ad esempio, nel lettino, in carrozzina o sul seggiolone, e utilizzare gli opportuni dispositivi di assicurazione e protezione.

Per prevenire intossicazioni e ustioni da sostanze chimiche

Fonti di rischio di avvelenamento, intossicazione e ustione sono rappresentate soprattutto dalle sostanze chimiche contenute nei prodotti per la pulizia della casa, detersivi, disincrostanti, deodoranti etc. altamente nocivi se a contatto con la cute o con gli occhi e se ingeriti accidentalmente.

Alcuni consigli:

  • Leggere attentamente le etichette dei recipienti con i simboli dei pericoli e le istruzioni per l’impiego dei prodotti di pulizia e igiene
  • Non acquistare prodotti che non portano etichette e istruzioni per l’uso, anche se più economici
  • Non mischiare tra loro prodotti diversi
  • Usare sempre i guanti per proteggere le mani, in particolare in presenza di patologie dermatologiche, in caso di pelle secca, applicare creme idratanti, dopo l’uso
  • Sciacquarsi e asciugarsi bene le mani dopo l’uso
  • Conservare i prodotti lontano dalla portata dei più piccoli
  • Evitare l’inalazione
  • Dopo l’uso di alcuni prodotti (deodoranti o insetticidi spray, insetticidi in piastrine o elettroemanatori etc.) arieggiare l’ambiente
  • Evitare il contatto con occhi e in caso lavare abbondantemente con acqua corrente
  • In caso di ingestione, non far vomitare (se la sostanza è caustica può provocare ustioni all'esofago e allo stomaco) nè somministrare latte (favorisce l'assorbimento di veleni solubili nei grassi, aggravando l'intossicazione)
  • Ricorrere al medico, se si notano fastidi di qualsiasi genere (nausea, vomito, dolori addominali, diarrea, pallore e difficoltà respiratorie, brividi di freddo, mal di testa, difficoltà visive, perdita di conoscenza)
  • Evitare che animali domestici ingeriscano i prodotti; in caso avvisare il veterinario, seguendo attentamente i suoi consigli.

Per prevenire gli incidenti elettrici

  • La messa a terra dell'impianto elettrico è obbligatoria
  • Non usare apparecchi elettrici in prossimità dell'acqua o con le mani bagnate
  • Non pulire i piccoli elettrodomestici immergendoli in acqua
  • Non collegare più apparecchi elettrici o elettronici con prese volanti multiple, perchè esse costituiscono un punto di sovraccarico di corrente, con il rischio di scintille e fiammate
  • Non tirare il cavo per disinserire la spina
  • Non far passare fili elettrioci sotto i tappeti
  • Adottare interruttori "differenziali" salvavita
  • Scegliere prodotti affidabili, diffidare dei prodotti a basso costo se non si conosce la provenienza
  • Quando un prodotto elettrico non funziona, non tentare riparazioni “fai da te”. Interventi poco accorti o addirittura azzardati possono esporre a seri rischi.

Per prevenire i piccoli infortuni

Per disattenzione, per fretta o per scarsa conoscenza spesso si compiono azioni che comportano il pericolo di lievi o gravi lesioni (ferite da taglio, lesioni corneali da corpo estraneo, amputazioni delle dita, ustioni alle mani). Nei bambini più piccoli le ustioni sono dovute prevalentemente a rovescio di cibo e acqua bollente.

Ecco alcuni consigli:

  • Lavorare con attenzione e senza fretta
  • Usare sempre presine isolanti e antiscivolo per sollevare le pentole
  • Non tenere il bambino accanto quando si prepara il cibo (consigliabile utilizzare solo i fornelli posteriori della cucina)
  • Non lasciare a portata del bambino pentole o contenitori di liquido bollente sporgenti su piani di appoggio
  • Riporre dopo l'uso, coltelli, mezzelune e forbici
  • Posizionare il ferro da stiro nell'apposito spazio, che ne impedisce la caduta quando si stira
  • Usare strumenti appositi per ogni azione (cavatappi, apriscatole, affilacoltelli - ad es. mai stappare una bottiglia con un coltello!)
  • Staccare la spina e accertarsi che le lame rotanti degli elettrodomestici (frullatori, tritacarne etc.) siano ferme, prima di aprirli.

Per approfondire consulta:


Data di pubblicazione: 13 agosto 2007, ultimo aggiornamento 5 febbraio 2014

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area