Negli incidenti in ambiente domestico le donne rappresentano la categoria più a rischio in quanto più esposte all’ambiente domestico.
Le donne, peraltro, rappresentano le figure chiave per la cura dei soggetti più vulnerabili (bambini e anziani).
Una donna su tre, che in età lavorativa ha avuto un infortunio in casa, lo subisce per attività di lavoro domestico.

Secondo l’indagine multiscopo ISTAT Aspetti della vita quotidiana. Anno 2011

  • le donne sono coinvolte in circa il 68% di tutti gli incidenti, con un quoziente di infortuni del 15,9 per mille (gli uomini hanno un quoziente di infortuni del 7,6 per mille)
  • hanno subito almeno un incidente domestico:
    • oltre 20 anziani over65 su 1000 (13,2 maschi su 1000 e 26,2 femmine su 1000)
    • 28 anziani over80 su 1000 (22,2 maschi su 1000 e 31,1 femmine su 1000)
    • 11,5 bambini da 0 a 5 anni su 1000.

Per quanto riguarda la distribuzione territoriale interna al nostro Paese, il Nord è la realtà geografica che presenta il maggior numero di incidenti domestici.
Per quanto riguarda i quozienti di infortuni, i dati sulle varie ripartizioni geografiche sono:

  • Nordovest: 12,5 per mille
  • Nordest: 12,1 per mille
  • Centro: 11,5 per mille
  • Sud: 10 per mille
  • Isole: 14,1 per mille.

Per approfondire leggi:


Data di pubblicazione: 13 agosto 2007, ultimo aggiornamento 23 gennaio 2014

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area